Economia

Saldi estivi: pochi affari in città, Confesercenti punta il dito sugli outlet

Calo delle vendite tra il 5% e il 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a risentirne soprattutto calzature e abbigliamento, ma per i commercianti ora potrebbero esserci riduzioni fiscali significative in presenza di un outlet nelle vicinanze

Partenza in chiaroscuro per i saldi estivi in città. Secondo un’indagine a campione condotta da Confesercenti, nei negozi del colle e dello Scalo nella prima settimana di sconti il calo delle vendite registrato per ora si attesta tra il 5% e il 10% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Ne risentono soprattutto i settori dell’abbigliamento e delle calzature: tanta gente a curiosare nei negozi ma pochi affari concreti.

Unica nota positiva per Lido Legnini, direttore Confesercenti Chieti, è il fatto che la stagione della merce scontata sia scattata  con una data unica in Italia, il che ha evitato i cosiddetti “viaggi dello shopping” nelle regioni limitrofe.

Ma la prima settimana dei saldi, per tradizione la più affollata, non ha regolato ai negozi teatini gli introiti che qualcuno si sarebbe aspettato specie dopo una primavera “nera” dal punto di vista degli incassi.

“L’inizio è stato promettente con tante persone nei negozi. Ma il ritmo delle vendite- dice Legnini- si è confermato decisamente al di sotto degli anni scorsi. Comunque bisognerà aspettare ancora qualche settimana per dare un commento definitivo sui saldi 2012”.

I negozi della città, soprattutto quelli di abbigliamento e calzature, denunciano la vicinanza ingombrante degli outlet che spostano di molto l’ago della bilancia degli affari.

Per questa ragione la Federazione italiana moda (Fismo)-Confesercenti ha condotto una battaglia in tutta Italia affinché venisse riconosciuto l’impatto della presenza degli outlet, che modifica profondamente il tessuto commerciale e produttivo dei territori.

“Ora si aprono le strade di una significativa riduzione fiscale per ogni singola impresa che si trova nell’arco di 90 minuti di distanza dall’outlet” annuncia Legnini. Outlet che nel caso dell’Abruzzo e del teatino, è quello di Città Sant’Angelo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi estivi: pochi affari in città, Confesercenti punta il dito sugli outlet

ChietiToday è in caricamento