Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia San Salvo

Rinnovo Rsu, la Fiom vince alla Denso ma ha meno rappresentanti degli altri

La Fiom Cgil ha vinto con una percentuale di voti che raggiunge il 35% nel collegio operai ma a causa della norma sulla ripartizione dei seggi non avrà il giusto numero di delegati. La denuncia di Labbrozzi

Alle elezioni per il rinnovo della RSU – RLS alla Denso di San Salvo, il 24 e 25 luglio, la Fiom Cgil ha vinto con una percentuale di voti che raggiunge il 35% nel collegio operai e il 29% nell’ambito impiegatizio.

A causa della norma ventennale sulla ripartizione dei seggi però, il sindacato, nello stabilimento automotive, non avrà il giusto numero di delegati. E’ quanto denuncia il segretario Davide Labbrozzi, definendo la norma ad hoc “per impedire la nascita dei cosiddetti sindacati gialli, sindacati creati a doc dal padrone per indebolire la rappresentanza sindacale. Oggi viene dunque negato il diritto alla Fiom a vedersi riconosciuto il giusto numero di delegati, numero consono al risultato elettorale. Tutto questo – prosegue Labbrozzi - semplicemente perché attraverso un artificio contrattuale, il Ccnl Metalmeccanici del 2009, nato per cancellare il Contratto Nazionale del 2008, non vede apposta la firma della Fiom Cgil”.

La tornata elettorale alla Denso ha visto ottenere dalle altre liste, UGL, FISMIC, FIM, UILM, un risultato medio tra i due collegi  tra il 9% della FISMIC e il 30% della FIM CISL.

Ma i seggi sono stati così ripartiti: alla FIOM-CGIL, 3 delegati (Valfrido Adorante, Massimo Miri, Martin Heinz Felice) e alla FIM-CISL, 5 delegati; UILM-UIL 2 delegati; UGL, 2 delegati.

La Fiom Cgil ricorrerà agli organi competenti contro questa ignobile operazione antidemocratica – annuncia Labbrozzi -  Non si può accettare la forzatura politica che tutte le altre organizzazioni hanno effettuato contro la Fiom, contro la democrazia, contro le lavoratrici ed i lavoratori della Denso. Ignorare la volontà di così tante lavoratrici e così tanti  lavoratori  rende un evento di grande partecipazione democratica un puro e semplice pasticcio antidemocratico”.

Unico dato positivo per il sindacato al momento, la grande partecipazione al voto: hanno votato infatti 877, su circa 1000 tra lavoratrici e lavoratori della Denso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovo Rsu, la Fiom vince alla Denso ma ha meno rappresentanti degli altri

ChietiToday è in caricamento