menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riforma delle Province, al via la ricollocazione del personale

E' stato sottoscritto l'accordo per la ricollocazione e il trasferimento delle funzioni dalle quattro province abruzzesi alla Regione

A un anno dalla costituzione dell’Osservatorio Regionale per la riforma delle Province, oggi è stato sottoscritto l’accordo per la ricollocazione del personale e il trasferimento delle funzioni dalle quattro Province abruzzesi alla Regione. L’intesa firmata dal vicepresidente Giovanni Lolli e dai quattro presidenti delle Province abruzzesi conclude il percorso della riforma delle Province.

A spiegare cosa succederà a partire da oggi sono i sindacati CGIL FP, CISL FP, UIL FPL e UGL. In Abruzzo 32 dipendenti della polizia provinciale passeranno alle dipendenze della Regione, altri 42 dipendenti saranno trasferiti definitivamente nella dotazione organica dell’Ente regione in aggiunta di quelli già transitati nel maggio scorso. I lavoratori dei Centri per l’Impiego invece transiteranno nel Dipartimento Politiche del Lavoro della Regione Abruzzo fino al momento della costituzione definitiva dell’Agenzia nazionale per le Politiche Attive del Lavoro.

“Il lungo lavoro svolto dall’Osservatorio ha prodotto i suoi frutti, evitando scelte unilaterali nei trasferimenti del personale che avrebbero penalizzato i lavoratori e impoverito la Regione Abruzzo di competenze e professionalità, - commentano i segretari delle organizzazioni sindacali - Il processo di riorganizzazione dell’ente Regione, dopo questi passaggi di personale e di funzioni, dovrà ridisegnare, riaprendo il confronto con i sindacati, un assetto organizzativo funzionale che migliori la qualità e la tempestività dei servizi da erogare ai cittadini e alle imprese distinguendo tra le funzioni di programmazione e quelle gestionali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento