Economia

Sanità: la Regione rimodula la tassazione

Cisl soddisfatta per l’esito positivo del tavolo di monitoraggio sulla sanità regionale, svoltosi ieri presso il Ministero della Salute, che ha autorizzato la Regione a procedere alla rimodulazione della tassazione regionale, visto i risultati positivi di bilancio della sanità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

La Cisl Abruzzo esprime piena soddisfazione per l’esito positivo del tavolo di monitoraggio sulla sanità regionale, svoltosi ieri presso il Ministero della Salute, che ha autorizzato la Regione a procedere alla rimodulazione della tassazione regionale, visto i risultati positivi di bilancio della sanità.

Un risultato che rappresenta  il legittimo riconoscimento dello sforzo fatto dai cittadini abruzzesi per il risanamento della sanità che per anni hanno dovuto sostenere tasse regionali aggiuntive  a causa del deficit sanitario.

“Si deve immediatamente aprire il confronto al tavolo del Patto per lo Sviluppo, - dichiara il Segretario della CISL Abruzzo, Maurizio Spina -, per stabilire i tempi e le modalità di restituzione ai cittadini dei 40 milioni di euro derivanti dalla tassazione aggiuntiva, dall’aumento dell’addizionale IRPEF dello 0,50 e dell’addizionale IRAP dello 0,92, al fine di dare un segnale di rilancio dei consumi e di ricreare minime condizioni di sollievo per il mondo produttivo”.

“Un segnale piccolo per l’entità, ma importante per l’intera economia regionale e per i cittadini, perché rappresenta una speranza in un quadro di prospettive ancora incerte per l’Abruzzo" conclude il Segretario Maurizio Spina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: la Regione rimodula la tassazione

ChietiToday è in caricamento