menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Qualità della vita: la provincia di Chieti ultima in Abruzzo

Nell'indagine annuale del Sole 24 Ore la nostra provincia scende al 68esimo posto. Il quotidiano economico ogni anno mette a confronto la vivibilità nelle province italiane su un’ampia serie di indicatori

Mica si vive così tanto bene a Chieti e provincia! E’ quanto si evince dai dati pubblicati su Il Sole 24 Ore nella classifica annuale sulla Qualità della vita.

Qualità della vita: la classifica

Stavolta la provincia teatina perde 4 posizioni e si piazza al 68esimo posto. Prima, a poca distanza, ci sono le altre tre province abruzzesi: quella di Teramo al 60esimo, Pescara al 62esimo e L’Aquila al 63esimo posti. La province migliori in Italia secondo l’indagine del quotidiano economico sono Belluno, Aosta e Sondrio, le peggiori Caserta, Taranto e Reggio Calabria.

I parametri

Sei macro aree e 42 gli indicatori, tra la new entry degli acquisti online, la spesa per i farmaci, il consumo del suolo, gli anni di studio degli over 25 a caratterizzare l'analisi del Sole 24 Ore realizza ogni anno per stilare la graduatoria 

La provincia di Chieti totalizza complessivamente 459 punti e si piazza al 68° posto nella classifica della vivibilità. Alla voce Giustizia e sicurezza la nostra provincia sale al 37° posto  ma pesano l’aumento dei furti in abitazione (297 in media ogni 100mila abitanti nell’ultimo anno) e le frodi informatiche (195 ogni 100 mila abitanti).

Alla voce lavoro e innovazione risultano 11,6  imprese registrate ogni 100 abitanti (l’anno scorso erano 9,6), mentre il tasso di occupazione, per persone in età compresa fra i 15 e i 64 anni, è del 57%. La nota positiva è che Chieti risulta la terza provincia d’Italia nel rapporto tra export e Pil pro-capite.

Demografia, famiglia: l’indice di vecchiaia è salito al 194% nel 2017,  il tasso di natalità ogni mille abitanti è in media del 7,6,  i laureati ogni mille giovani tra i 25 e i 30 anni salgono a 86,3.

Ricchezza  e consumi. La provincia di Chieti è in 67esima posizione sotto questi parametri, qui la pensione media mensile scende a 688 euro circa (nel 2016 era di 800 euro), mentre la media mensile dei depositi bancari è di 10.529 euro.

Ambiente e welfare. Qui la classifica si rifà ai dati di Legambiente sull’ecosistema urbano. La percentuale sull’emigrazione "ospedaliera" fuori regione sale dal 9,2% al 15%

Cultura, tempo libero. A Chieti e provincia la spesa media procapite dei viaggiatori stranieri è di 115,6 euro. Sul territorio ci sono appena 5,7 librerie ogni 100 mila abitanti, mentre bar e i ristoranti sono 590 ogni 100mila abitanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento