Economia Centro Storico

La Provincia ha venduto tribunale e palazzo, a metà mese l'atto finale

Autorizzata la vendita delle porzioni immobiliari lungo corso Marrucino e in piazza San Giustino per 16 milioni di euro alla Invimit, società pubblica detenuta al 100% dal MEF. Pupillo: "La Provincia di Chieti è pronta per stipulare gli atti di vendita"

Il Consiglio provinciale ha deliberato il perfezionamento della vendita del patrimonio immobiliare pari a oltre 16 milioni di euro al Fondo “i3-Patrimonio Italia” gestito dall’Invimit,  società le cui azioni sono interamente detenute dal Ministero dell’Economi. Questa  lo scorso 16 settembre ha fatto pervenire alla Provincia di Chieti le proposte di acquisto relative a due immobili di proprietà.

L’Ente ha quindi confermato quanto già autorizzato lo scorso 29 settembre, ovvero la vendita delle porzioni immobiliari al civico 97 di corso Marrucino utilizzate come sede della Prefettura e della Questura e la sede del tribunale in piazza S. Giustino 16, rispettivamente a 6.301.944,00 euro e  9.889.986,00 euro.

“Il percorso si concluderà definitivamente a metà dicembre quando andremo a sottoscrivere l’atto di rogito – annuncia il presidente della provincia Pupillo  - L’alienazione del patrimonio immobiliare è un’operazione complessa che ci ha impegnato a partire dallo scorso febbraio quando abbiamo maturato la volontà di cogliere l’occasione preziosa che ci veniva offerta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri di reperire risorse per ripianare i debiti attraverso il trasferimento ad un fondo immobiliare e a titolo oneroso degli immobili condotti attualmente in locazione passiva dalle Amministrazioni centrali dello Stato. Le attuali sedi della Prefettura e Questura e la sede del Tribunale presentavano i requisiti giusti richiesti dal progetto e ci siamo messi all’opera senza tregua centrando l’obiettivo e scongiurando la dichiarazione di dissesto”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia ha venduto tribunale e palazzo, a metà mese l'atto finale

ChietiToday è in caricamento