rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Economia

Un protocollo fra Agenzia dell'entrate e ordine dei commercialisti per snellire le pratiche

L'obiettivo è evitare che le istanze dei contribuenti non trovino compiuto esame da parte dei funzionari dell’Agenzia a causa delle difficoltà legate alle rigidità degli strumenti di comunicazione telematica

Il direttore provinciale dell’Agenzia delle entrate di Chieti, Marco Di Pasquale, e il presidente dell’ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Chieti, Francesco Cancelli, hanno siglato un protocollo d’intesa sperimentale fra i due enti.

L’intesa firmata martedì scorso e? stata raggiunta a seguito di incontri avvenuti nel corso degli ultimi due mesi, che hanno visto attivamente coinvolti anche il direttore territoriale dell’Agenzia delle entrate di Chieti, Daniele Ciancarelli, i componenti della commissione rapporti con gli enti del consiglio dell’ordine: il vicepresidente Massimo D’Onofrio, il segretario Sandro Giandomenico, il tesoriere Elena Leonzio e i consiglieri Valentina De Gregorio Porta, Carmelina Colasante e Giuseppe Pellegrino.

Il protocollo trae origine dalla situazione attuale che vede l’Agenzia delle entrate indicare, quali modalita? elettive di contatto, il canale di comunicazione telematica Civis (acronimo di Comunicazioni di Irregolarita? Virtualizzate per Intermediari Serviti) e il servizio di assistenza sulle comunicazioni tramite Pec, per ridurre l’afflusso di professionisti e contribuenti nei propri uffici.

Tuttavia, per evitare che le istanze dei contribuenti non trovino compiuto esame da parte dei funzionari dell’Agenzia a causa delle difficolta? legate alle rigidita? degli strumenti di comunicazione telematica previsti (Civis o Pec), l’ordine di Chieti ha proposto di sperimentare, a livello locale, una forma di collaborazione volta ad ottimizzare e migliorare l’efficacia delle comunicazioni tra le parti e l’erogazione dei servizi da parte dell’Agenzia. Si e? convenuto, pertanto, che l’ufficio territoriale di Chieti esamini rapidamente le pratiche gia? trasmesse dai professionisti tramite il canale Civis o Pec ed esitate negativamente dall’Agenzia con rinvio all’ufficio competente, con motivazioni quali carente documentazione o insufficienti elementi di chiarimento.

La sperimentazione prevede che le pratiche siano trasmesse dai professionisti iscritti all’ordine di Chieti a una casella di posta elettronica loro specificamente dedicata dall’Agenzia delle entrate, con indicazione dei riferimenti telefonici, e-mail e numero di iscrizione all’Odcec di Chieti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un protocollo fra Agenzia dell'entrate e ordine dei commercialisti per snellire le pratiche

ChietiToday è in caricamento