Economia Atessa

Articolo 18: operai bloccano la Val di Sangro

Centinaia di lavoratori delle fabbriche della zona industriale Val di Sangro hanno partecipato alla manifestazione indetta dalla Fiom per protestare contro la rivisitazione dell'articolo. Martedì prossimo tocca alla Sevel

Oltre cinquecento lavoratori delle fabbriche della zona industriale Val di Sangro questa mattina hanno bloccato il traffico lungo la strada provinciale 19 a Piazzano di Atessa.

La manifestazione è iniziata alle 9, in concomitanza con lo sciopero di due ore convocato dalla Fiom Cgil di Chieti, per protestare contro le proposte di modifica dell'articolo 18 da parte del Governo Monti.

"La mobilitazione andrà avanti fino a quando il Governo non ritirerà le proposte sull'art.18" ha detto il segretario provinciale della Fiom Marco Di Rocco.

Oggi hanno cominciato a manifestare le medie e piccole aziende della Val di Sangro. Martedì prossimo toccherà alla Sevel, quando ci sarà un'altra grande mobilitazione, proprio dinanzi ai cancelli, con la partecipazione anche di lavoratori di altre fabbriche. Sciopererà anche la denso di San Salvo

"Non è escluso che bloccheremo la fondovalle Sangro" avverte Di Rocco.

Al blocco stradale hanno partecipato soprattutto operai, ma anche impiegati della Honda, della Pierburg. Coinvolte anche Honeywell, OMA, Isringhausen, San Marco, IRMA, Trigano Van, Progetto Logistico, Compi, Pelliconi, Tasso, Cler Sud ed Emarc. Tutti in difesa dell'articolo 18.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Articolo 18: operai bloccano la Val di Sangro

ChietiToday è in caricamento