rotate-mobile
Economia Madonna degli Angeli / Via Giovanni Antonio Santarelli

Confcommercio: sit-in in via Santarelli contro i licenziamenti

I dipendenti protestano contro i sei licenziamenti e una gestione ambigua nell'attesa dell'incontro col Prefetto, lunedì prossimo. Il 20 ottobre si rinnova il consiglio

Sit-in questa mattina davanti alla sede teatina di Confcommercio per protestare contro il licenziamento di sei lavoratori della confederazione. Si tratta di cinque dipendenti storici e di un impiegato con contratto a tempo determinato. Il presidente uscente Allegrino li avrebbe già rimpiazzati con tre nuove figure professionali.

Davanti alla sede in via Santarelli i dipendenti dell’associazione dei commercianti hanno voluto sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto accade nelle stanze della confederazione e difendere i loro diritti..

C’erano anche il sindaco di Chieti e il consigliere Emiliano Vitale a esprimere la propria solidarietà. “Il licenziamento dei sei dipendenti della Confcommercio sembra essere la conseguenza di beghe interne all’Associazione, una decisione unilaterale presa dalla dirigenza - su cui si addensano più ombre che luci - senza il preventivo confronto con le organizzazioni sindacali” dice Di Primio. Lunedì prossimo alle 13  i lavoratori saranno ricevuti dal Prefetto.

“Oltre al tavolo locale – aggiunge il sindaco di Chieti - è mia intenzione, d’accordo con i sindacati che tutelano i diritti dei lavoratori della Confcommercio Chieti, interessare anche la direzione nazionale dell’Associazione di quanto sta avvenendo”.

Il prossimo 20 ottobre  si vota per il rinnovo dei vertici dell’associazione di categoria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio: sit-in in via Santarelli contro i licenziamenti

ChietiToday è in caricamento