Economia

Chieti chiama Girona: nasce il turismo di scambio

Al via il piano di promozione per favorire l'interscambio turistico tra le province di Chieti, Pescara e Girona in virtù del quale potrebbe essere ripristinato il terzo collegamento tra Barcellona e l'Abruzzo. Si punta sulla valorizzazione dei beni culturali e delle risorse ambientali

Le Province di Chieti, Pescara e Girona insieme per un Piano di promozione che favorisca il turismo di scambio fra la Catalogna e l’Abruzzo. Da qui la necessità di istituire un tavolo tecnico decisa questa mattina (28 febbraio) dai Presidenti delle Province di Chieti e Pescara Enrico Di Giuseppantonio e Guerino Testa e dal il vice Presidente della Provincia di Girona Xavier Soy. Del tavolo fanno parte le tre Province con le rispettive Camere di Commercio, la Saga, società che gestisce l’aeroporto d’Abruzzo e la Società che gestisce l’aeroporto di Girona.

Il Piano di promozione turistica punterà sulla valorizzazione dei beni culturali, delle risorse ambientali, del patrimonio storico artistico nonchè sul turismo delle tre Province e delle rispettive Regioni. In questo modo si favorirebbe il ripristino del terzo collegamento aereo fra Girona e l’Abruzzo, che fino all’anno scorso garantiva 40.000 passeggeri, scesi a 30.000. Attualmente ci sono infatti solo due collegamenti aerei dall'Abruzzo alla Catalogna, la doemncia e il giovedì. 

L'idea di Di Giuseppantonio di creare la Catalogna d'Abruzzo si fa sempre più concreta: "Ho eletto la Catalogna esempio del modello di sviluppo turistico che immagino per la Provincia di Chieti – dice il Presidente  - un modello al quale stiamo cercando di dare sostanza attraverso progetti come la Via Verde delle Costa dei Trabocchi o come la valorizzazione dei tanti Comuni delle zone interne attraverso i Progetti integrati territoriali (Pit). Con Girona c’è un legame forte e alla Catalogna dobbiamo guardare anche per rafforzare le presenze turistiche sul nostro territorio".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti chiama Girona: nasce il turismo di scambio

ChietiToday è in caricamento