Economia

Villa Pini e crisi occupazionale, la Commissione consiliare scrive a Chiodi

Si chiede un intervento per salvaguardare i livelli occupazionali anche a senatori e deputati locali. Stilato un cronoprogramma di incontri per affrontare altre problematiche come il caso Burgo e la vertenza Sixty

L’VIII Commissione Consiliare “Attività Produttive e Sviluppo economico, Lavoro e Formazione, Commercio e Artigianato” riunitasi questa mattina per affrontare il tema della crisi occupazionale in città scriverà al presidente della regione Gianni Chiodi per chiedere un intervento volto a salvaguardare i  livelli occupazionali di Villa Pini.

I dipendenti della casa di cura privata da lunedì prossimo torneranno sotto la gestione della curatela fallimentare, dal momento che il 31 marzo scade il contratto dell’attuale gestore Petruzzi e nessuno ha avanzato offerte nelle ultime quattro aste.

“Siamo fortemente preoccupati dei tagli al personale di Villa Pini – spiega l’assessore al Commercio Antonio Viola a margine della riunione - intendiamo seguire da vicino la vicenda e fare il possibile per i lavoratori, in particolare quelli con qualifiche meno professionali e, come tali, più difficilmente ricollocabili sul mercato del lavoro. Monitoreremo costantemente la situazione e agiremo da pungolo nei confronti di chi ha competenze specifiche in materia, ovvero la Regione Abruzzo: Chieti non può permettersi ulteriori espulsioni dal mondo del lavoro. Per tale motivo, l’amministrazione Di Primio sta da tempo lavorando all’incrocio di domanda ed offerta avendo attivato uno Sportello Lavoro presso gli uffici dell’assessorato”

“Il documento stilato verrà inviato al pesidente Chiodi affinché prenda atto della situazione" aggiungono il presidente dell’VIII Commissione Diego Costantini e il consigliere comunale Mario De Lio. Affrontato anche il problema della cassa integrazione in deroga che si concluderà nel prossimo mese di  giugno. "Più in generale – concludono i consiglieri - chiederemo ai senatori e ai deputati della nostra provincia di prendere atto che la grave situazione occupazionale del nostro territorio si ripercuote negativamente anche sull’Ente Comune”.

La Commissione ha stilato un cronoprogramma di incontri per affrontare altre problematiche, tra queste, il caso Burgo e la vertenza Sixty.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Pini e crisi occupazionale, la Commissione consiliare scrive a Chiodi

ChietiToday è in caricamento