rotate-mobile
Economia Vasto

Il porto di Vasto diventa scalo nazionale: si aprono nuovi scenari strategici

Concluso l'iter. Lo scalo è ufficialmente sotto la diretta competenza dell'autorità portuale del mare Adriatico centrale di Ancona

Il porto di Vasto viene riconosciuto di valenza nazionale e non più regionale con  lo scalo che passa ufficialmente sotto la diretta competenza dell'autorità portuale del mare Adriatico centrale di Ancona. È arrivato a conclusione l'iter procedurale, attraverso la conversione in legge del decreto del 16 giugno.

Come spiega il presidente della commissione 'Territorio, ambiente e infrastrutture' della Regione Abruzzo, Manuele Marcovecchio: "Dopo il finanziamento di 12 milioni di euro per il prolungamento del molo di sopraflutto, 8 milioni di euro per il raddoppio della banchina di levante e l'avvio a realizzazione dell'ultimo miglio ferroviario, abbiamo raggiunto un altro importante risultato per il nostro territorio".

Ora per lo scalo vastese si apriranno nuovi scenari strategici. "Continueremo a lavorare - conclude  Marcovecchio - affinché il nostro territorio disponga di un sistema portuale e logistico forte ed efficiente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il porto di Vasto diventa scalo nazionale: si aprono nuovi scenari strategici

ChietiToday è in caricamento