Economia

Il Comune illustra bandi, buoni spesa e altre attività a sostegno di famiglie e commercio

Le iniziative a sostegno della popolazione. Sindaco e assessore Maretti: ""Nessuno sarà lasciato indietro"

L’amministrazione comunale fa rete con le associazioni per dare assistenza e sostegno a chi ha bisogno attraverso buoni spesa alimentari, buoni acquisto dell’iniziativa Famiglie e commercio, il pronto intervento sociale e il sindaco Ferrara lancia un appello alla città “a rispondere alle misure, perché stiamo creando una rete che prima non c’era per intervenire e perché metteremo in atto ciò che abbiamo scritto chiaramente nelle nostre linee di mandato, nessuno sarà lasciato solo, né indietro”.

Questa mattina in conferenza stampa sono state illustrate le iniziative del settore Politiche sociali  con l’assessore Mara Maretti, le rappresentanti delle Politiche sociali e i responsabili di Caritas, Capanna di Betlemme e Croce rossa.

“Abbiamo promosso la trasparenza dell’azione amministrativa e una comunicazione più diretta e capillare alla cittadinanza – ha spiegato l’assessore Maretti - attraverso la sperimentazione della App Smart.PA Comune di Chieti, che permette una comunicazione diretta, tramite sms e gradualmente consentirà pagamenti e tutti i servizi al cittadino. Sul sociale è un modo di arrivare a tutti, con discrezione e capillarità, nel rispetto anche della privacy e della dignità di ognuno. Si è lavorato per aumentare l’efficienza e l’efficacia delle politiche sociali attraverso la digitalizzazione. Stiamo ponendo le basi per una comunità più solida e solidale attraverso il coinvolgimento delle associazioni del terzo settore e progettando un’ulteriore attività di supporto ai cittadini e alle associazioni operanti nel territorio attraverso l’erogazione di voucher servizi spendibili presso le organizzazioni del terzo settore cittadino e presso Chieti Solidale, per sostenere anche il terzo settore. Utilizzeremo i dati ottenuti da questa nuova impostazione metodologica per porre le basi del piano sociale distrettuale, perché questo sistema oltre a essere trasparente ed equo, aiuta ad avere una fotografia nitida e attuale della situazione. Inoltre, attraverso la società che eroga i buoni e i voucher, siamo in grado di assegnare in 15 giorni le risorse ai destinatari, superando il gap di attesa derivante dalla burocrazia”.

“Con la Caritas garantiamo la prossimità – ha sottolineato Luca Fortunato della Capanna di Betlemme - sensibilizzando chi ha bisogno ad avvicinarsi a chi può aiutare. Siamo l’antidoto alla disperazione, per convincere chi vive situazioni difficili a farsi dare una mano, in modo da essere tempestivi con le richieste sempre, anche nei giorni che il comune non assicura servizi”.

“Nasce un importante legame di collaborazione alla costruzione di una rete di associazioni che possa portare un servizi – ha aggiunto Simone Squartecchia della Croce Rossa - collaboreremo sul fronte pronto farmaco e pronto spesa e va sottolineato che l’App aiuta a essere più presente ma anche più discreti, chi chiede si espone e non sempre vince il senso di vergogna nel ritrovarsi in una situazione di bisogno”.

“Da cinque anni è la prima volta che mi capita di assistere a un coordinamento sociale delle associazioni di Chieti – le parole del direttore della Caritas diocesana, don Luca Corazzari - siamo a disposizione per collaborare a favore dei poveri. Il nostro bacino di aiuti non si svolge solo su Chieti, ma con questo supporto, riusciamo ad allargare la nostra azione anche agli altri centri, perché potremo avere risorse dedicate alla città e usare le altre per il resto del territorio. Quando l’emergenza passerà, ci auguriamo che la digitalizzazione sostenga comunque il ritorno a una presenza umana negli aiuti, che è un aspetto per noi fondante".

I provvedimenti

BUONI SPESA ALIMENTARI. La prima erogazione ha raggiunto 707 famiglie, è stato emanato in questi giorni un secondo avviso per la distribuzione di altri buoni spesa a quanti non hanno fruito della misura,  che scadrà il 28 febbraio e che sarà erogato settimanalmente fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Riaperti i termini per la presentazione delle domande per ottenere i buoni alimentari dal 18 gennaio al 28 febbraio 2021.

L ’avviso sul sito: https://tinyurl.com/yxamvn2c

FAMIGLIE E COMMERCIO. Si tratta di una terza iniziativa di ristoro finalizzata ad aumentare la capacità di acquisto delle famiglie che potranno ricevere buoni acquistospendibili nelle attività commerciali del territorio comunale, portando un ristoro anche agli esercizi commerciali che si renderanno disponibili compilando apposita istanza. A partire da lunedì 11 gennaio fino al 31 gennaio è online il bando, l’iniziativa consiste in una distribuzione di buoni d’acquisto alle famiglie teatine economicamente più esposte agli effetti della pandemia, spendibili esclusivamente presso gli esercizi commerciali ed i pubblici esercizi che hanno sospeso l’attività durante l'emergenza sanitaria.

L’avviso sul sito:https://tinyurl.com/y4otsb8s

Come funziona.

Commercianti. Gli esercizi commerciali e i pubblici esercizi interessati potranno rispondere attraverso l’APP Smart PA entro il 24 gennaio 2021. Chi si renderà disponibile sarà condizionato all’accettazione dei buoni acquisto che il Comune rilascerà e verrà inserito in un elenco che sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune e sul materiale informativo dell’iniziativa. Sono ammessi a presentare il modulo di adesione gli esercizi commerciali e i pubblici esercizi in possesso dei seguenti requisiti: impresa scritta alla C.C.I.A.A. con sede o unità locale nel Comune di Chieti; impresa la cui attività è rimasta chiusa: in quanto in possesso di Codice Ateco per i quali i DPCM hanno sospeso l’attività durante il lockdown; per motivi comunque legati all’emergenza sanitaria da Covid-19 in corso; impresa che non si trova in alcuna condizione di esclusione di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016.

Famiglie. Possono presentare richiesta mediate l’APP Smart PA dal 1 febbraio al 28 febbraio 2021 le persone fisiche in possesso dei seguenti requisiti: essere cittadini italiani maggiorenni residenti nel territorio comunale o in alternativa; essere cittadini maggiorenni di Stati diversi da quello italiano, in regola con le disposizioni che disciplinano il soggiorno e residenti nel Comune di Chieti, profughi, rifugiati, richiedenti asilo, stranieri con permesso rilasciato nel rispetto delle tipologie previste dalla Legge 132/2018 e del D.Lgs. 286/1998 e successive modificazioni (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), apolidi, rimpatriati e comunque appartenere a coloro che beneficiano di una forma di protezione personale, riconosciuta a livello internazionale; effettuare, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, la dichiarazione dell’ammontare del reddito ISEE ordinario e/o corrente ( in caso di diminuzione del reddito Isee ordinario ) del nucleo familiare. Detta dichiarazione sarà controllata d’ufficio, in via successiva, tramite Agenzia delle Entrate.

Potrà essere presentata una solo domanda per nucleo familiare, pena l’esclusione.I buoni d’acquisto. I buoni acquisto sono personali e non cedibili, verranno erogati in tagli del valore di 50 euro ciascuno e potranno essere spesi entro il 30 giugno 2021. Si darà priorità ai nuclei familiari che non percepiscono altre forme di sostegno al reddito (reddito di cittadinanza con esclusione del reddito di emergenza) e l’assegnazione avverrà sulla base delle risorse disponibili secondo la graduatoria crescente del reddito ISEE ordinario e/o corrente delle istanze valide pervenute, con un limite per l’immissione in graduatoria di € 30.000 con l’attribuzione di un punteggio da 1 a 10, inversamente proporzionale all’ammontare del reddito.

Per presentare l'istanza è necessario scaricare l'APP Smart.pa

https://youtu.be/iTPTm7anX88

https://youtu.be/iTPTm7anX88

PRONTO INTERVENTO SOCIALE. Il servizio riguarda il supporto delle famiglie per il pagamento di utenze, contributo per l’affitto, farmaci speciali e altre forme di sostegno in collaborazione con la Caritas, la Capanna di Betlemme, la Croce Rossa.

Come funziona. Il servizio è destinato ai nuclei familiari residenti sul territorio che si trovano in una situazione di bisogno a causa dell’applicazione delle norme relative al contenimento della epidemia da Covid-19.È prevista l’erogazione di servizi e prestazioni forniti attraverso le Associazioni: Caritas Diocesana, Capanna di Betlemme e CRI, in collaborazione con il Segretariato Sociale. L’iniziativa è da considerarsi come una prima sperimentazione del Pronto Intervento Sociale (PIS) del Comune, previsto dal Piano Sociale Distrettuale e mai attivato.

Possono presentare richiesta le persone fisiche in possesso dei seguenti requisiti: essere cittadini italiani maggiorenni residenti nel territorio comunale; essere cittadini maggiorenni di Stati diversi da quello italiano, in regola con le disposizioni che disciplinano il soggiorno e residenti nel Comune di Chieti, profughi, rifugiati, richiedenti asilo, stranieri con permesso rilasciato nel rispetto delle tipologie previste dalla Legge 132/2018 e del D.Lgs. 286/1998 e successive modificazioni (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), apolidi, rimpatriati e comunque appartenere a coloro che beneficiano di una forma di protezione personale, riconosciuta a livello internazionale; essere in possesso, o effettuare, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, della dichiarazione dell’ammontare del reddito Isee ordinario e/o corrente ( in caso di diminuzione del reddito ISEE ordinario ) del nucleo familiare.Detta dichiarazione sarà controllata d’ufficio, in via successiva, tramite Agenzia delle Entrate.

L’assegnazione avverrà sulla base alla valutazione della situazione di emergenza. Potrà essere presentata una solo domanda per nucleo familiare, pena l’esclusione. 

Si darà priorità ai nuclei familiari che non percepiscono altre forme di sostegno al reddito (es. reddito di cittadinanza con esclusione del reddito di emergenza), che sono in stato di disoccupazione e iscritti al centro per l’impiego; non può chiedere il contributo chi già percepisce contributi per la stessa prestazione (es. contributo per l’affitto per chi ha già in corso un contributo comunale, regionale o integrazione al reddito di cittadinanza per l’affitto ).

Le richieste si possono presentare a partire dal giorno 28 gennaio 2021 al giorno 30 aprile 2021 esaranno valutate dal Pronto Intervento Sociale che le invierà all’associazione alla quale compete l’intervento. 

Per informazioni e supporto alla compilazione dell’istanza in formato digitale, saranno a disposizione gli sportelli:

  • Segretariato Sociale del Comune con il seguente orario :dal lunedì al venerdì ore 09.00/ 13.00 martedì e giovedì anche ore 15.00/17.00 tel 0871/341566 
  • Sportello della Capanna di Betlemme: il lunedì, mercoledì, e venerdì ore 15.00/18.00 e il sabato e domenica esclusivamente per emergenze per distacchi utenze e/o sfratti esecutivi. tel: 3773955488

MODALITÀ DI ACCESSO Ai SERVIZIO ED EROGAZIONE 

L’accesso a tutti i servizi è possibile in forma digitale, compilando apposita istanza attraverso la APP Smart.pa_ Comune di Chietipresente in tutti gli Appstore e in linea con quanto stabilito dalle norme vigenti in materia di transizione digitale della P.A.

Tutorial:

https://youtu.be/iTPTm7anX88

https://youtu.be/iTPTm7anX88

VITA INDIPENDENTE. L.R. 57/2012 “Interventi Regionali per la Vita Indipendente" 2021.

Per i cittadini con disabilità grave la Regione Abruzzo riconosce e garantisce il diritto alla vita indipendente ed autodeterminata, attraverso il finanziamento di progetti di assistenza personale autogestita, finalizzata a contrastare l'isolamento, a garantire la vita all'interno della comunità e l'integrazione con il proprio ambiente sociale.

Per tutti i cittadini interessati e residenti nel Comune di Chieti, l’avviso con tutte le informazioni e il relativo modulo di domanda, sono disponibili sul sito del Comune di Chieti all'indirizzo www.comune.chieti.it.

Inoltre i moduli di domanda sono disponibili anche presso i servizi di Segretariato Sociale del Comune di Chieti: palazzo ex inps - Viale Amendola – tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e  martedì e giovedì anche dalle ore 15:00 alle ore 17.00 tel. 0871/341566; Chieti Scalo – Piazza Carafa – il mercoledì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 tel. 0871/341330

Sul sito: https://tinyurl.com/y4ve3oj5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune illustra bandi, buoni spesa e altre attività a sostegno di famiglie e commercio

ChietiToday è in caricamento