menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"A che serve aprire i centri commerciali il giorno di Ferragosto?"

La riflessione di Leonardo Piccinno, segretario generale della Fisascat Cisl Abruzzo Molise, che parla di "un nuovo Medioevo"

"Aprire i centri commerciali nel giorno di Ferragosto: a cosa serve?" Esordisce così la riflessione di Leonardo Piccinno, segretario generale della Fisascat Cisl Abruzzo Molise. Una riflessione scaturita dal fatto che molti grandi marchi di centri commerciali presenti in Abruzzo, e in particolare tra Chieti e Pescara, hanno deciso di restare aperti nella giornata di domani (martedì 15 agosto). 

“Queste aziende - si chiede Piccinno - hanno davvero bisogno di aprire la loro attività nel giorno di ferragosto per poter fare incassi e risollevare i disastrati bilanci causati dalla perdurante crisi economica? Oppure, ormai risponde solamente ad una pessima cultura 'consumistica', che non solo non rispetta le domeniche e la motivazione religiosa, ma nemmeno la predilezione notoria degli italiani e non solo, che il giorno di Ferragosto si sta sulle spiagge a fare gavettoni o nelle città d'arte o in montagna, ma non certamente in un centro commerciale, per quanto refrigerato, a fare acquisti?".

Il segretario della Fisascat Cisl, accusa "le grandi catene commerciali in maggioranza francesi e tedesche" di considerare l'Italia alla stregua di "un terreno di business buono per fare cifre e fatturati e investire i ricavati altrove". E punta il dito contro la grande distribuzione organizzata, "in particolare le aziende aderenti a Federdistribuzione", che "hanno introdotto nel sistema Paese il nuovo 'Medioevo'". 

Piccinno parla di realtà in cui i contratti di lavoro non vengono rinnovati e vengono alzati ostacoli al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. 

"Se questa è la 'moderna' e grande distribuzione commerciale - conclude - forse i bottegai medievali erano socialmente troppo in avanti. Modello culturale su cui, i cittadini consumatori, lo Stato, le istituzioni e la coscienza di un Paese civile, dovrebbero riflettere molto sull'opportunità di recarsi nei centri commerciali il giorno di Ferragosto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento