Venerdì, 15 Ottobre 2021
Economia

Personale Ata, Flc Cgil: "Per la provincia di Chieti solo 110 immissioni in ruolo"

Ma sono 249 i posti disponibili per il ruolo.  "Le tabelle ci dicono che non ci sono organici aggiuntivi per affrontare l’emergenza" spiega il sindacato

"Mentre si discute di green pass per i docenti e tutti gli operatori scolastici, il governo non riesce a stabilizzare e ad aumentare gli organici nella scuola": è quanto dice la Flc Cgil Chieti intervenendo sulla questione delle immissioni in ruolo del personale Ata.

In questi giorni, infatti, il Ministero dell'istruzione ha comunicato i numeri delle immissioni in ruolo dei direttori dei servizi (DSGA), assistenti amministrativi (A.A.), assistenti tecnici (A.T.), collaboratori scolastici (C.S.) e di altri profili specifici per i convitti (infermieri, guardarobieri, cuochi). Per la provincia di Chieti sono solo 110 le immissioni in ruolo, a fronte di oltre 240 posti disponibili.

PROFILI-2

 "Una miseria - commenta ancora la Flc Cgil - le tabelle ci dicono che non ci sono organici aggiuntivi per affrontare l’emergenza. Questo in un contesto scolastico, con tanti studenti che non potranno mai essere vaccinati. Se vogliamo difendere la scuola in presenza bisogna approntare tutti gli interventi necessari, ad iniziare dalla garanzia del distanziamento, alla riduzione del numero di alunni per classe, alla conferma dell’organico straordinario, dal nodo dei trasporti alla gestione delle quarantene. Serve investire sulla medicina scolastica, effettuare uno screening costante e garantire il tracciamento”.

Il sindacato chiede anche un monitoraggio periodico di eventuali focolai. "Non è stato affrontato il tema relativo ai trasporti, elemento strettamente collegato alla frequenza scolastica, soprattutto in vista della riapertura delle scuole secondarie. Sull'applicazione del green pass nelle scuole e nelle università si prevedono delle penalizzazioni inaccettabili per i lavoratori e scarichi di responsabilità sui dirigenti scolastici. Alla scuola non servono misure sanzionatorie - dice ancora - ma un potenziamento delle scarse risorse messe in campo dal governo per affrontare la riapertura di settembre. Guardando i numeri c'è un dato inconfutabile: il governo attuale sta investendo molto meno di quello precedente".

E ancora: "Chiediamo interventi significativi, a partire dal garantire gli assistenti tecnici in ogni scuola, anche negli istituti comprensivi. Tutte le scuole hanno i laboratori  di informatica ma molte non hanno gli assistenti tecnici per farli funzionare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Personale Ata, Flc Cgil: "Per la provincia di Chieti solo 110 immissioni in ruolo"

ChietiToday è in caricamento