rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Economia Filetto

Peperoncino piccante di Filetto, sì al riconoscimento della denominazione tutelata

Il sottosegretario all'Agricoltura, Luigi D'Eramo, ha incontrato al Ministero il consigliere regionale Montepara (Lega) e i produttori del peperoncino piccante di Filetto

Avviare l'iter per ottenere il riconoscimento della denominazione tutelata dall'Ue per il peperoncino piccante di Filetto e promuovere lo sviluppo di una filiera intorno a un prodotto di eccellenza che caratterizza la zona del Comune in provincia di Chieti.

Se ne è parlato nel corso di un incontro al ministero dell'Agricoltura, sovranità alimentare e foreste fra il sottosegretario Masaf, Luigi D'Eramo, il consigliere regionale della Lega Fabrizio Montepara e rappresentanti di produttori. Oltre al Festival del peperoncino piccante di Filetto, giunto alla sua sedicesima edizione, ne è stata ricordata la storia e le caratteristiche distintive legate al territorio d'origine.

"L'Abruzzo - ha ricordato D'Eramo - vanta un'incredibile biodiversità di prodotti tipici che possono essere un efficace traino per la crescita delle economie locali. Certificare queste eccellenze è importante per farle conoscere a un pubblico sempre più vasto e perché i produttori possano veder riconosciuto un maggiore valore".

"Da parte del sottosegretario D'Eramo si conferma grande disponibilità a lavorare insieme nell'interesse della regione e della provincia di Chieti, dove l'agricoltura riveste un'importanza strategica - ha affermato il consigliere Montepara -. Anche alla luce di emergenze come quella causata dalla peronospora, che ha messo in ginocchio il settore vitivinicolo, è necessario in futuro puntare sempre di più sulla diversificazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peperoncino piccante di Filetto, sì al riconoscimento della denominazione tutelata

ChietiToday è in caricamento