Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

La riscoperta dei lavori manuali, gli alunni delle “Orsoline” diventano artigiani per un giorno

Gli alunni delle Orsoline diventano artigiani vetrai per un giorno grazie a Confartigianato e trasformano i corridoi della scuola in un grande laboratorio

Gli alunni della prima e seconda elementare dell’istituto Beata Vergine del Carmine, diretto da suor Agostina Viale artigiani per un giorno grazie a  Confartigianato che, come lo scorso anno, è tornata a far visita agli studenti per far conoscere loro i segreti della lavorazione del vetro e della sua lenta trasformazione. Questa volta un artigiano vetraio, Domenico Panarosa titolare dell’azienda “Murano Art”, ha tenuto una particolareggiata lezione ai bambini entusiasti e rimasti ammaliati dalle performance mozzafiato del maestro vetraio.

Così i corridoi della scuola, si sono trasformati in un grande laboratorio didattico interattivo nel quale sono stati forgiati fiori, cigni, rose e perfino una caramella. “Il nostro obiettivo -spiega Daniele Giangiulli, direttore provinciale Confartigianato Chieti- è quello di avvicinare i ragazzi, meglio se in età scolare, all’artigianato e ai mestieri che in molti casi, purtroppo, sono in via di estinzione”.  Invece potrebbero rappresentare un occasione di lavoro per tanti giovani che, attualmente, non trovano occupazione. Da qui la valenza dell’iniziativa didattica che Confartigianato vuole portare anche nelle altre scuole elementari e medie della città.

“Cerchiamo di far riscoprire agli studenti l’importanza della manualità - conclude - che, ormai, è sempre più ignorata a causa di un ricorso sistematico e quasi spasmodico alla tecnologia in tutti i settori della vita comune”.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La riscoperta dei lavori manuali, gli alunni delle “Orsoline” diventano artigiani per un giorno

ChietiToday è in caricamento