menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ombrina, Confindustria: "Presunzione e arroganza dalle associazioni ambientaliste"

Gli industriali non ci stanno e criticano le argomentazioni proposte dalle associazioni ambientaliste contro l'industria estrattiva, auspicano un confronto e sulla manifestazione di Lanciano dichiarano: "i numeri erano sovrastimati"

Le argomentazioni proposte dalle associazioni ambientaliste contro l’industria estrattiva sarebbero scarse di contenuto e costruite su fonti deboli secondo Confindustria Chieti-Pescara

"Se vogliono ancora contrapporsi a quanto già esaminato con dovuto dettaglio dalla commissione nazionale VIA-VAS, alle numerose osservazioni e alle puntuali controdeduzioni effettuate dall'azienda lo facciano con argomenti e competenze più specifiche, senza ricorrere ad affermazioni che sfiorano il penale - sottolineano gli industriali - La realtà è che la commissione VIA-VAS e la sottocommissione AIA hanno espresso parere tecnico positivo con prescrizioni alla compatibilità ambientale del progetto e lo hanno approvato".

Quanto al confronto con la commissione scientifica instauratasi di recente, Confindustria fa sapere che le imprese non sono intenzionate a sottrarsi perchè, sostengono, "sono le prime a richiamare il rispetto delle regole e la piena applicazione delle stringenti norme nazionali ed europee sulla sicurezza degli impianti offshore e sulla completa salvaguardia dell’ambiente. Ma altrettanto rispetto chiediamo e pretendiamo verso le aziende, i lavoratori, i professionisti, gli organismi tecnici, amministrativi e di controllo che scrupolosamente e con il massimo impegno fanno sì che la nostra industria estrattiva sia all'avanguardia internazionale per qualità e professionalità".

Sulla manifestazione di sabato scorso a Lanciano infine, Confindustria ha da ridire: "Rispettiamo le migliaia di cittadini abruzzesi e non che civilmente hanno manifestato a Lanciano un’opinione spesso però formatasi su una costante e pervasiva disinformazione. Su questa manifestazione ci sarebbe molto da dire anche sul numero dei presenti mediaticamente sovrastimato. Se comunque i manifestanti meritano rispetto - conclude - , non possiamo fare altrettanto con le posizioni ideologiche di chi non avendo altri argomenti passa all'insulto, alla mistificazione dei dati, alla denigrazione costante e chirurgica di chiunque la pensa in maniera diversa, come il sindaco di Pianella cui va la nostra solidarietà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento