menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ospedale clinicizzato: la Regione dice sì al project financing

Approvata la delibera con cui si esprime una valutazione positiva sugli aspetti tecnico-funzionali del project financing. Febbo: "Continua senza sosta la telenovela Dalfonsiana sul project financing"

La giunta regionale dell’Abruzzo dice sì al project financing proposto dal raggruppamento temporaneo di imprese per la realizzazione del nuovo ospedale clinicizzato di Chieti. Ieri è stata approvata la delibera con cui si esprime una valutazione positiva sugli aspetti tecnico-funzionali del project financing. Per la dichiarazione di pubblica utilità che darebbe il via libera alla gara comunitaria, manca l’intesa sotto il profilo economico finanziario, attesa entro due settimane.

Il documento recepisce la relazione trasmessa dal responsabile unico del procedimento, in cui sono stati comunicati alla Regione gli esiti dell’istruttoria portata avanti dal gruppo di lavoro insediato lo scorso giugno. Secondo la Regione si tratta di "un passaggio necessario dopo le novità introdotte dal nuovo codice degli appalti, che ha implicato la rimodulazione del progetto da parte del raggruppamento di imprese proponenti. Il gruppo di lavoro ha invece sollevato una serie di criticità sotto il profilo economico-finanziario, su cui il privato si è detto disponibile a proseguire il confronto, in modo da arrivare in tempi ragionevoli alla conclusione definitiva della procedura”.

“Continua senza sosta la telenovela dalfonsiana sul project financing per la realizzazione del nuovo ospedale di Chieti” commenta il presidente della Commissione vigilanza Mauro Febbo, il quale precisa “che il progetto di finanza in questione non può essere approvato esclusivamente dalla Regione ma deve essere approvato anche dalla Asl 02 che sarà il committente-beneficiario. Mi preme poi evidenziare come la proposta non può in alcun modo essere valutata a blocchi separati ma deve essere nella sua approvata nella sua interezza e quindi sia sulla parte tecnico-funzionale sia su quella finanziaria complessivamente. Vedremo aggiunge il consigliere regionale di Forza Italia - non appena ci sarà dato modo di leggere la delibera, in che modo la Maltauro abbia superato le ben 23 prescrizioni sollevate dal Rup. D'Alfonso,  ma soprattutto i tecnici regionali e della Asl, sanno benissimo che la proposta avanzata da Maltauro è una ipotesi progettuale irricevibile per dimensioni, costi e tempi e oggi passano la ‘patata bollente’ ad altri. Credo che altri prima di scottarsi prenderanno tutte le dovute precauzioni e tutele a partire dalla settimana prossima, appena avremo modo di conoscere la delibera di giunta regionale”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento