menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine della conferenza stamp

Un'immagine della conferenza stamp

Nel 2021 confermate le rotte storiche dell'aeroporto d'Abruzzo e partono anche nuovi voli

Sei compagnie hanno risposto al bando regionale da 800mila euro per il rilancio dello scalo: l'obiettivo è arrivare a 1 milione di passeggeri in tre anni

Sei compagnie aeree, le vecchie rotte ripristinate e voli verso nuove destinazioni: sono le basi del rilancio dell'aeroporto d'Abruzzo, illustrato stamani in conferenza stampa con i dettagli dell'esito del bando regionale da 800 mila euro.

Obiettivo della gara era individuare e potenziare le rotte turistiche e commerciali dall'Abruzzo verso destinazioni strategiche nazionali ed internazionali, oltre all'adeguamento e l'ampliamento dello scalo. I fondi sono stati assegnati dalla Regione per favorire la ripresa dei traffici aerei e turistici, gravemente compromessi a seguito dello stato di emergenza dovuto alla pandemia. 

Tra le sei compagnie che si sono aggiudicate il bando, saranno immediatamente operative Alitalia, Albastar, Ryanair e Volotea, mentre Lumiwings e Tayaranjet hatto fanno proposte aggiuntive, sulle quali la Saga deve aggiungere qualche dotazione finanziaria.

Erano due i lotti previsti nel bando: il primo indirizzato a recuperare le rotte storiche dall’aeroporto d’Abruzzo, tutte assegnate, cioè Londra, Francoforte, Bucarest, Malta, Cracovia, Praga, Barcellona, Milano-Linate e Catania. Con il secondo lotto, sono state assegnate le rotte di Milano-Malpensa, Torino e Monaco.

Sono state proposte anche nuove rotte dai vettori, data l’apertura del bando in tale direzione. Si tratta di Bergamo, Bruxelles e Dussldorf per il primo lotto, mentre nel secondo lotto sono state evidenziate Alghero, Treviso, Trieste, Trapani, Tirana, Genova, Lamezia e Firenze.

"Un rilancio storico per il nostro aeroporto - commenta il presidente della Saga Enrico Paolini - che in due anni, conta di riprendere il traffico che aveva e in tre anni, secondo il piano Industriale che abbiamo approvato, di arrivare ad 1 milione di passeggeri”.

La Saga assegnerà in tempi brevi i fondi previsti di 800 mila euro, mentre la Regione Abruzzo, si è già resa disponibile ad individuare nelle prossime settimane le nuove risorse necessarie a contrattualizzare le proposte alternative, che nel loro complesso richiederanno 400 mila euro.

In merito ai tempi di decollo, infine, in funzione delle restrizioni sul traffico previste dai nuovi decreti emessi dal Governo, le prime rotte saranno riattivate nella stagione winter, cominciando con Bergamo, Bruxelles, Francoforte, Londra, Milano -Linate e Catania.

La Saga, intanto, sta già interagendo con i vettori per avere operative già nel mese di dicembre alcune di queste rotte ed è già in programma nei giorni 21, 22 e 23 dicembre 2020, il collegamento con Milano-Linate.

Nella conferenza stampa di questa mattina in aeroporto a Pescara, erano presenti l'assessore regionale al Turismo Daniele D'Amario, il consigliere e assessore regionale uscente Mauro Febbo e il consigliere regionale Guerino Testa, oltre al presidente della Saga Enrico Paolini ed il direttore Luca Ciarlini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento