menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomine dirigenti dei parchi nazionali. WWF Abruzzo: "Evitiamo figure politicizzate"

Il Parco nazionale d'Abruzzo deve nominare il nuovo direttore mentre il parco della Majella la figura del presidente. Attesa per la perimetrazione della costa teatina

Il WWF abruzzo affronta alcuni dei tempi caldi che riguardano i parchi abruzzesi. La perimetrazione del Parco Nazionale della Costa Teatina, la nomina del direttore del parco nazionale d'Abruzzo,  Lazio e Molise e, infine, quella del presidente del parco della Majella.  Necessaria anche la creazione di una rete tra tutte le aree protette per la tutela dell’ambiente e utile per lo sviluppo di un turismo responsabile.

La nomina del direttore di un Parco nazionale è di competenza del Ministro dell’Ambiente che sceglie fra tre nomi proposti dal Consiglio direttivo del Parco stesso, cui spetta il compito di selezionare le persone ritenute più adatte tra i vari candidati, tutti necessariamente iscritti a un albo che individua le professionalità idonee a ricoprire tale ruolo.


"È necessario – sottolinea il delegato Abruzzo del WWF Italia Luciano Di Tizio – che un cambiamento immediato arrivi proprio dalle figure dei presidenti e dei direttori ancora da nominare; per i presidenti è indispensabile che la scelta ricada su profili di qualità in grado di portare avanti una corretta visione di gestione dei Parchi, che garantisca un equilibrio tra i preminenti interessi di carattere generale di tutela della natura e quelli locali".

Il WWF Italia ha recentemente realizzato un Check-up dei parchi Nazionali e delle Aree Marine Protette, i cui risultati saranno a breve presentati anche in Abruzzo e potranno diventare un punto di partenza per una riflessione più approfondita sul sistema dei parchi nella nostra regione e rappresentare uno strumento per un miglioramento degli standard di qualità nella gestione.

Proprio alla luce dei risultati di questo lavoro, il WWF Abruzzo, non può non ricordare che il Ministro dell’ambiente e della Tutela del territorio e del Mare, Sergio Costa, in occasione della presentazione del report, ha sottolineato come sia fondamentale per il funzionamento del sistema parchi la scelta di figure apicali di rilievo, con "un’ampia selezione di curricula, evitando indicazioni di quelle persone, a volte un po’ troppo politicizzate, non interessate ad una vera svolta dei luoghi più importanti per la biodiversità in Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento