menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No alla delocalizzazione della Honeywell", interviene il ministro Calenda

Il ministro si fa portavoce con la multinazionale. La riunione al Ministero dello Sviluppo economico sulla drammatica vertenza

Riunione ieri al Ministero dello Sviluppo economico sulla drammatica vertenza Honeywell di Val di Sangro, dove 420 dipendenti rischiano di perdere il posto. Nel corso dell’incontro il ministro Calenda ha dichiarato che proverà a convincere i vertici del’azienda a non delocalizzare la produzione. Tuttavia ai sindacati ha anche detto “che purtroppo non ha leve decisive per condizionare la multinazionale e che i vertici aziendali si sono riservati di decidere fra un mese” Lo riferisce Rocco Palombella, segretario generale della Uilm.

Honeywell: i lavoratori bloccano la strada

“A questo punto – aggiunge - anche in virtù dell’iniziativa governativa, attendiamo un segnale da parte della Honeywell, in mancanza del quale però non possiamo intravedere alcuno spiraglio di possibile soluzione di questa drammatica vertenza”. Le parti si sono lasciate con l’impegno del ministro di organizzare una conference call, senza attendere quel mese che i vertici aziendali si sono dati per rispondere sul futuro dello stabilimento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento