rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

Il Covid non ferma le morti bianche: 22 decessi sul lavoro in Abruzzo, Chieti seconda provincia

L’Abruzzo è la dodicesima regione in Italia per numero di morti bianche nel primo semestre del 2020 (22), la provincia più colpita per gli infortuni mortali è quella di Pescara, seguita da Chieti e Teramo

L’emergenza coronavirus non ferma le morti bianche in Abruzzo. Da gennaio a settembre 2020 sono state 22 le vittime qui. 927 in Italia, con un incremento del 18% rispetto all’anno precedente. Lo spiega l’ultima elaborazione dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sull’emergenza morti bianche in Italia.

Un report che svela però anche che un terzo di tutte le denunce con esito mortale è riconducibile al Covid-19: complice la pandemia, 319 decessi sono dovuti al contagio.

Proprio per quanto riguarda le denunce di infortuni mortali per Covid-19, in otto casi su dieci si tratta di uomini. L’età media dei deceduti è 59 anni. Il settore più colpito è quello della sanità e assistenza sociale con il 21,3% dei decessi totali; seguito dalle attività del manifatturiero (addetti alla lavorazione di prodotti chimici, farmaceutici, stampa, industria alimentare) con il 13,8%; dal trasporto e magazzinaggio con il 12,0%. Il lunedì il giorno in cui si è verificato il maggior numero di infortuni mortali.

La situazione più allarmante in Lombardia con il 41% delle vittime sul lavoro per Covid, seguita dall’Emilia Romagna (9,7), dal Piemonte (9,4) dalla Campania (7,2).

Nel complesso, l’Abruzzo è la dodicesima regione in Italia per numero di morti bianche nel primo semestre del 2020 (22), la provincia 
più colpita per gli infortuni mortali in occasione di lavoro è quella di Pescara con 14 vittime. Quella di Chieti, sessantesima tra tutte le province italiane e seconda in Abruzzo (a pari con Teramo), negli ultimi mesi ha contato 4 vittime sul lavoro su 146,122 occupati con un’indice di incidenza sugli occupati del 27%.

(Dati aggiornati al 30/09/2020 e pubblicati da Vega il 30/10/2020)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid non ferma le morti bianche: 22 decessi sul lavoro in Abruzzo, Chieti seconda provincia

ChietiToday è in caricamento