rotate-mobile
Economia San Giovanni Teatino

Metro, la Cisl: "Lavoratori reintegrati dal giudice trasferiti a Milano"

Il sindacato denuncia comportamenti discriminatori della società con sede a Sambuceto: nove lavoratori licenziati erano stati reintegrati dal giudice del lavoro a Marzo

Il giudice del lavoro di Chieti aveva reintegrato a marzo i nove lavoratori licenziati dal punto vendita Metro Italia Cash & Carry di Sambuceto ma la direzione del magazzino aveva stabilito di lasciare a casa i dipendenti, pur pagando loro lo stipendio.

Il provvedimento era stato respinto e combattuto dalla Fisacat Cisl AbruzzoI che oggi rivela: "la direzione di metro il 2 luglio scorso ha inviato a due di questi una comunicazione di trasferimento presso i punti vendita di Milano  giustificando la scelta per ragioni di mansioni professionali, ma con il chiaro intento di costringere i due lavoratori alle dimissioni. E’ evidente che questi, con un part time al 50% e con uno stipendio di 600euro mensili, non hanno la capacità materiale di affrontare le spese di una permanenza a Milano".

Secondo la Cisl quindi, "il trasferimento si pone come uno strumento per aggirare l’ordinanza del Tribunale di Chieti liberandosi comunque dei due lavoratori licenziati ingiustamente in quanto per palese violazione della normativa sui licenziamenti collettivi. Un comportamento incomprensibile con cui l’Azienda tradisce se stessa - si legge in una nota del sindacato - proprio agli inizi di questo mese, comunica alle organizzazioni sindacali nazionali, l’intenzione di offrire  ai lavoratori in CIGS ritenuti in esubero (Sambuceto è l’unica sede dove l’azienda non ha voluto attivare la CIGS ma ha proceduto a licenziamenti secchi, poi reintegrati dal giudice), di cogliere volontariamente l’opportunità di trasferirsi in altro punto vendita ove esiste la possibilità di poterli assorbire e quindi, superare la situazione di criticità". Cosa che però sembra non valere per i nove lavoratori di Sambuceto ai quali sarebbe stato di fatto obbligato il trasferimento in un'altra sede.

Lunedì 21 luglio la Fisacat Cisl Abruzzo terrà una conferenza stampa sull'argomento a Pescara, nella sala riunioni dell'hotel Duca d'Aosta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro, la Cisl: "Lavoratori reintegrati dal giudice trasferiti a Milano"

ChietiToday è in caricamento