rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Economia

Melideo: "La Tares potrà essere rateizzata"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

L’Assessore alle Finanze, Roberto Melideo, ha dichiarato quanto segue.

«Il richiamo allo statuto comunale da parte del Movimento 5 Stelle appare fuorviante rispetto al reale nocciolo della questione.

Gli articoli citati dai rappresentanti del Movimento (artt. 62 e 64) non riguardano la rateizzazione delle imposte comunali e vengono, pertanto, menzionati in modo populistico denotando da parte di chi vorrebbe fare attività politica scarsa conoscenza di leggi, regolamenti e statuti.

Entrando, piuttosto, nello specifico, l’Amministrazione Comunale del Sindaco Di Primio sta ponendo in atto tutto quanto è nelle sue possibilità per favorire l’economia cittadina e le famiglie, nonostante il momento difficile che gli Enti locali stanno attraversando a causa dei minori trasferimenti statali e di una legislazione che lascia sempre meno spazio di manovra e che scarica sugli amministratori comunali tutta la responsabilità del risanamento di un debito pubblico che affonda le sue radici nella gestione della politica romana e non certo dell’Ente comunale.

Ferma restando la volontà di mantenere inalterati i servizi ai cittadini, il subbuglio normativo del 2013 ci ha consentito solo a fine novembre di adottare il regolamento sulla TARES i cui risvolti costituiscono parte integrante del bilancio.

Le scelte amministrative non sempre possono andare a braccetto con il consenso, ciononostante provvedimenti come questo vanno adottati con senso di responsabilità dall’Amministrazione Comunale che non può permettersi atteggiamenti populisti che mal si conciliano con gli aspetti tecnici e le esigenze finanziarie cui dover rispondere. Nell’ ambito del federalismo municipale, l’Ente può contare solo sulle risorse del proprio territorio al fine di garantire, tra l’altro, adeguati servizi sociali ai cittadini.

Nel merito, il sistema introdotto dallo Stato obbliga la copertura totale dei costi relativi al ciclo dello smaltimento dei rifiuti proprio attraverso la TARES nel cui piano finanziario è da sottolineare come sia stato necessario inserire anche i costi legati al post discarica Casoni, somme che avrebbero dovuto essere accantonate fin dal 2007 e di cui l’Amministrazione Di Primio si è dovuta far carico.

Quanto alla proposta del movimento “Teate 5 stelle Chieti” di rateizzare la TARES,  è questa una nostra precisa volontà e sicuramente l’adozione della IUC, che al suo interno comprende TARI e  TASI, prevederà la rateizzazione compatibilmente con le esigenze finanziarie e normative dell’Ente nonchè il probabile abbassamento degli importi della TARI avendo ripianato i 4 milioni di euro per la bonifica della discarica di Casoni.»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melideo: "La Tares potrà essere rateizzata"

ChietiToday è in caricamento