rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Economia Lanciano

Massimo Ranieri confermato alla presidenza di Ecolan dall'assemblea dei sindaci soci

Fiducia riconfermata a tutto il Cda uscente, ma non sono mancati momenti di tensione nella riunione a Lancianofiera. Rinviata la votazione sulla presidenza del comitato unitario per il controllo analogo

L'assemblea dei sindaci soci di Ecolan ha confermato il Cda uscente e alla presidenza Massimo Ranieri, alla guida della società pubblica dei rifiuti dal 2013. Non sono mancati momenti accesi di confronto e scontro tra i sindaci di centrodestra e centrosinistra riuniti a Lancianofiera, e non tutti unanimi nel riconfermare il consiglio d'amministrazione uscente, dopo aver invece approvato il bilancio di esercizio 2022.

A un certo punto si è fatto strada per il Cda il nome dell'avvocato Andrea Filippini, consulente legale del Civeta di Cupello. Ma alla fine sono stati confermati sia Ranieri che i consiglieri uscenti Antonio Scutti di Roccascalegna e Assunta Iocco di Orsogna.

Altro momento di tensione si è avuto sul rinnovo della presidenza del Comitato unitario del controllo analogo della società in house. Una “fronda” di piccoli comuni ha provato a scalzare dall'incarico Pino Finamore, sindaco di Villa Santa Maria, comune dove il 14 e 15 maggio si torna alle urne per il rinnovo del consiglio comunale e l'elezione del sindaco. Proprio per questo, alla fine, il punto è stato rinviato alla prossima assemblea dei soci.

Il presidente Ranieri ha illustrato i dati del bilancio: il valore della produzione è aumentato, dal 2013-14 ad oggi, di circa 24 milioni e si attesta oggi ad oltre 27 milioni di euro; è stato accantonato un utile di 72mila euro per la società che gestisce la raccolta dei rifiuti in 76 comuni e che, dai 30 dipendenti iniziali, oggi dà lavoro a quasi 400 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massimo Ranieri confermato alla presidenza di Ecolan dall'assemblea dei sindaci soci

ChietiToday è in caricamento