rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Prende forma il marchio 'olio d’Abruzzo': "Per diventare più competitivi sui mercati internazionali"

Un tour che parte dalla tavola e viaggia in tutto il mondo, portando sul piatto le eccellenze di un intero territorio: l'idea lanciata dalla camera di commercio mira anche a realizzare la 'carta dell'olio'

Un tour che parte dalla tavola e viaggia in tutto il mondo, portando sul piatto le eccellenze di un intero territorio: è l'idea lanciata dalla camera di commercio di Chieti Pescara, con il presidente Gennaro Strever, che oggi ha illustrato il marchio collettivo “olio d’Abruzzo”.

"Un modo per diventare più competitivi sui mercati internazionali - spiega - un progetto per la valorizzazione dell’olio evo e dop del territorio Chieti Pescara che porterà ad una nuova ed inebriante destinazione: la realizzazione di una carta dell'olio evo d'Abruzzo, da distribuire nei ristoranti e nelle strutture ricettive, per far comprendere l’unicità del prodotto ai suoi consumatori".

I consumatori potranno quindi trovare sulle tavole dei ristoranti aderenti, una carta in cui saranno riportati i tipi di olio utilizzato, il loro marchio e la loro descrizione.

“La carta dell’olio è un progetto sul quale fare squadra - ha proseguito Strever - , che esprime pienamente la mission camerale, tutelando il mercato e facendoci promotori della qualità a 360 gradi, in quanto unico e vero fattore competitivo delle imprese. Approfitto di questa occasione per esprimere un mio desiderio e lanciare l’idea di un marchio unico per l’olio, “l’olio d’Abruzzo”, così come è stato ora riconosciuto per il vino, perché l’unione fa la forza e perché unendoci sotto un unico grande cappello possiamo competere davvero nei mercati internazionali che si stanno profilando”.

“La carta dell'olio evo d'Abruzzo è una grande opportunità per il comparto olivicolo abruzzese e quello ristorativo - ha aggiunto Piercarmine Tilli, presidente del Movimento Turismo Olio e componente di giunta camerale -  riusciremo a mettere in campo un'iniziativa che accrescerà la consapevolezza dei consumatori e appassionati di olio extravergine d'oliva e, allo stesso tempo, sarà occasione di incontro tra i ristoranti ed i produttori. Un nuovo e virtuoso strumento di promozione territoriale del nostro Abruzzo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende forma il marchio 'olio d’Abruzzo': "Per diventare più competitivi sui mercati internazionali"

ChietiToday è in caricamento