menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente dell'Ater Memmo

Il presidente dell'Ater Memmo

Affitto dimezzato sui locali commerciali dell'Ater nel centro di Lanciano: approvato l'avviso

Si tratta di spazi in via Monte Grappa, Via Isonzo, Via Vittorio Veneto e piazza Unità D’Italia: i locatari dovranno sostenere solo le spese necessarie per renderli idonei all'uso

Locali commerciali in affitto, con una riduzione del 50%. È la proposta dell'Ater Lanciano ai piccoli imprenditori cittadini. 

L'azienda territoriale per l'edilizia residenziale ha approvato martedì (30 marzo) l'avviso pubblico per l'assegnazione in locazione di immobili di sua proprietà a uso commerciale nel centro città. L'avviso sarà pubblicato nei prossimi giorni. 

Si tratta, in particolare, di locali attualmente sfitti in via Monte Grappa, Via Isonzo, Via Vittorio Veneto e piazza Unità D’Italia che, spiega il presidente dell'Ater Lanciano Fausto Memmo, "da circa dieci anni non erano resi fruibili per gli operatori economici e professionali che ambivano ad insediarsi nel cuore della città". 

Il direttore generale, Giuseppe D’Alessandro, informa che dalla data di pubblicazione dell’avviso gli enti, le persone giuridiche, le ditte Individuali e liberi professionisti interessati avranno 30 giorni di tempo per presentare la domanda di affitto e accedere al bonus del 50% che darà diritto ad una riduzione sul canone per 24 mesi. I futuri conduttori dei locali commerciali dovranno sostenere esclusivamente le spese necessarie per renderlo idoneo all'uso al quale sarà destinato, secondo le recenti disposizioni di legge.

Il progetto fa seguito alla programmazione dell’Ater finalizzata alla valorizzazione del patrimonio di proprietà sia nella zona 167 che nel centro della città di Lanciano.

A breve, ci sarà una nuova iniziativa per i locali non locati nella zona 167, zona che vede l’Ater impegnata per una riqualificazione anche sociale del quartiere, attraverso l’attenzione alle attività che impegnino e coinvolgano la comunità, come ad esempio il mondo del volontariato, delle associazioni culturali e dei servizi socio- sanitari.

“La volontà dell’Azienda territoriale di edilizia pubblica - conclude il direttore D’Alessandro è quella di aumentare l’offerta abitativa e commerciale con la possibilità di agevolare inquilini ed operatori economici all’interno di un patto sociale inquilini-Ater, teso a riqualificare il patrimonio immobiliare inutilizzato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento