Economia

Licenziato pochi giorni dopo lo sciopero, giudice lo reintegra

Il lavoratore, sindacalista, era stato licenziato circa un anno fa dalla Tasso di Atessa, che ora dovrà riassumerlo e risarcirlo

Il tribunale di Lanciano ha condannato la Tasso SpA di Atessa a reintegrare un lavoratore, sindacalista Fiom, licenziato circa un anno fa.

Mario Esposito era stato licenziato dall’azienda metalmeccanica che si occupa di lavorazioni industriali di materiali metallici e plastici, pochi giorni dopo uno sciopero che sollevava una serie di problematiche inerenti la salute delle persone, i carichi di lavoro, il presunto non rispetto di alcune norme legislative in materia di sicurezza.

Il tribunale di Lanciano ha condannato la Tasso a riassumere tempestivamente il lavoratore, a risarcirlo e a pagare tutte le spese processuali. 

“Tutto ciò dimostra che la Tasso ha violato i principi sacrosanti della legge dello Stato” è il commento del segretario generale della Fiom, Davide Labbrozzi. “La sentenza, raggiunta anche e soprattutto grazie al lavoro magistrale dell’avvocato della Cgil, Domenico Sciorra, ha ribadito che con la giustizia italiana non si scherza - ha detto - Inoltre è stato precisato indirettamente che i lavoratori non possono essere offesi, che i sindacalisti non vanno considerati un peso di cui liberarsi, ma rappresentanti dei lavoratori con cui confrontarsi.

Attendiamo l’immediato reintegro del lavoratore".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziato pochi giorni dopo lo sciopero, giudice lo reintegra

ChietiToday è in caricamento