Economia

Lettera aperta del sindaco Marinucci sulle trattative sindacali relative alla Sgt Multiservizi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Siamo arrivati al termine della trattativa sindacale e domani sapremo se sarà raggiunto un accordo in merito alle condizioni della mobilità degli attuali dipendenti della FB Servizi verso la nuova SGT Multiservizi.

Lo sforzo che sta facendo l'Amministrazione è forse fin oltre i propri limiti ed è atto a salvaguardare tutti i servizi attualmente svolti e le forze lavoro attualmente impiegate, oltre che la loro natura pubblica. Due numeri rendono chiara la proposta avanzata dall'Amministrazione: la salvaguardia di oltre il 95% dei posti di lavoro ed il mantenimento per oltre il 60% dei lavoratori dei medesimi livelli e retribuzioni. Per gli altri sarà prevista l'applicazione di un nuovo CCNL che è perfettamente disegnato sulle attuali qualifiche e mansioni ricoperte e garantisce anch'esso 13ma e 14ma ma a costi leggermente inferiori.

Tutto ciò è, possiamo assicurarlo, uno sforzo incredibile per riportare tutto a come doveva essere già nove anni fa e che molti lavoratori hanno già apprezzato, ma che non sembra essere sufficiente per i sindacati. Da un lato, infatti, questi ritengono che il piano presentato non sia sostenibile per il Comune e dall'altro si fanno richieste di aumento dei costi: delle due l'una, le risorse o ci sono o non ci sono.

A noi, intanto, preme ricordare che queste stesse risorse sono pubbliche, ci sono affidate dai cittadini e lo stesso mantenimento delle condizioni appena indicate prevede già uno sforzo dei cittadini stessi in termini di tasse e pagamento delle tariffe per i servizi, i cui costi saranno rivisti: come amministratori siamo e ci sentiamo responsabili di come questi soldi vengono impiegati e non possiamo tollerare ulteriori sprechi.

Lo stesso protrarsi di questo stallo costa al Comune risorse e si porta avanti una gestione della attuale FB troppo onerosa per le nostre casse e per le tasche di 13 mila cittadini. Tutte risorse che verranno meno per quest'anno per la nuova società.

Le pressioni che da più parti stanno arrivando, inopportune in questo momento, stanno rendendo difficile la chiusura dell'accordo sindacale e sarà difficile giustificare l'eventuale fallimento dati i numeri che abbiamo indicato sopra. La trattativa non può non tener conto della attuale situazione economica e sociale e della reale prospettiva offerta e deve, invece, essere sorda a ogni tipo di pressione diversa. È un dovere nei confronti dei cittadini e della legalità. Inoltre, proprio la scorsa settimana, è stato annunciato un nuovo taglio dei trasferimenti a favore del nostro Comune da parte dello Stato, che si aggiunge al taglio di oltre un milione di euro negli ultimi 4 anni.

Tornando a quanto in apertura, noi andremo comunque avanti, anche senza l'accordo sindacale: la legge lo prevede, anche se la delusione sarebbe forte e gli impegni assunti al tavolo subiranno senz'altro delle modifiche. Questa delusione si unirebbe a molta amarezza nel constatare che una trattativa da noi impostata esclusivamente a salvaguardia della collettività e nel rispetto delle regole delle relazioni industriali fallisca per difendere ottusamente personalismi che non porteranno, comunque, beneficio a nessuno. In ogni caso, la nuova SGT, già esistente, ruota intorno a due cardini fondamentali: i nuovi dipendenti saranno assunti previo espletamento di procedure trasparenti di concorso e l'amministrazione ed il controllo e monitoraggio sui conti saranno svolti direttamente dal Comune, in un'ottica di risparmio e di massima sinergia tra gli uffici dello stesso, la fornitura dei servizi e le reali capacità economiche dell'Ente.

Sono due grandi novità che in realtà non fanno altro che recepire la normativa vigente e che abbiamo voluto sancire all'interno dello statuto, il cuore della società.

Ogni cittadino potrà ambire a ricoprire un posto di lavoro ed essere messo nelle stesse condizioni di tutti per partecipare alle selezioni. Tutto, ripetiamo, come doveva essere già nove anni fa.

Stiamo lavorando per obiettivi ambiziosi riportando la giusta equità ed il pieno rispetto della legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera aperta del sindaco Marinucci sulle trattative sindacali relative alla Sgt Multiservizi

ChietiToday è in caricamento