Raddoppio della linea ferroviaria, a Ortona partono i lavori per completare via Marina

L'amministrazione ha stretto l'accordo con le società Rfi e Odoardo Zecca srl, che si occuperà dello spostamento degli apparati elettrici con rifacimento delle nuove linee

In programma il completamento di via Marina, a Ortona, con l’allargamento della sede stradale e la demolizione dell’attuale cabina elettrica. I lavori fanno parte dell'accordo che l'amministrazione guidata dal sindaco Leo Castiglione ha stretto con le società Rfi e Odoardo Zecca srl, nell’ambito dei lavori condotti da Rfi sul raddoppio della linea ferroviaria Adriatica.

In particolare,  si stanno completando anche gli interventi di demolizione e ricostruzione dell’imbocco della galleria denominata “Castello”, che hanno interessato anche la sovrastante strada comunale. Nell’ottica di un miglioramento del sistema urbano e stradale dell’intera area, l’amministrazione comunale aveva chiesto, già alcuni mesi fa, la possibilità di demolire la cabina elettrica con il suo riposizionamento su un’area attigua e più funzionale alla viabilità urbana.

L’accordo, che sarà poi formalizzato da un'apposita convenzione, permetterà di avviare i lavori per la demolizione del manufatto in muratura degli anni Cinquanta adibito a cabina elettrica di trasformazione da alta a media tensione. L’infrastruttura sarà sostituita da una moderna cabina elettrica, che sarà posizionata su un’area comunale attigua a quella attuale, ma in modo tale da non costituire più un ostacolo alla viabilità, permettendo il miglioramento della percorribilità dell’innesto stradale e accrescendo i livelli di sicurezza.

"Storico accordo", lo definisce il sindaco Castiglione, "che ridisegna il percorso di via Marina. Infatti, con questo spostamento, non solo si allarga la sede stradale, ma viene sistemata anche la rete impiantistica. Inoltre, con il completamento dei lavori delle ferrovie sulla galleria sotto il Castello e la sovrastante strada, avremo una definitiva sistemazione dell’innesto stradale che porta alla stazione e, insieme alla nuova scalinata che collega via Marina alla pista ciclopedonale, saranno realizzati per la sicurezza dei pedoni anche dei marciapiedi nella parte finale della strada. Un intervento urbano importante e definitivo che migliora la sicurezza e la viabilità urbana che la città attendeva da anni".

L’accordo prevede che i lavori di sistemazione stradale, compresi quelli interrati, come cavidotti e pozzetti, siano realizzati dalle ferrovie, mentre è a carico della società Zecca lo spostamento degli apparati elettrici con rifacimento delle nuove linee, collegamenti elettrici e fornitura della nuova cabina prefabbricata. Il Comune provvederà invece alla demolizione dell’attuale struttura in muratura adibita a cabina elettrica assumendosi tutti gli oneri di rimozione e smaltimento.           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • Tamponamento a catena sull’Asse Attrezzato: code in direzione Pescara

  • Da innamorato a stalker dopo che lei sposa un altro, "Siamo in due a non vivere più": arrestato

Torna su
ChietiToday è in caricamento