menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'impianto sportivo di San Martino torna in vita dopo oltre 20 anni: approvato un contributo da 130 mila euro

Il consiglio regionale ha approvato un emendamento della consigliera Stella (5 stelle) per riportare in vita la struttura, da tempo abbandonata e presa di mira dai vandali

Dopo un ventennio di abbandono, finalmente l'impianto sportivo di contrada San Martino, in via Collebello, ha nuova speranza di tornare in vita. 

La scorsa notte, infatti, il consiglio regionale ha concluso i lavori della sessione di bilancio 2020, con l’approvazione dei progetti di Legge n. 167/2020 e n. 168/2020.

Tra gli emendamenti approvati, anche uno presentato dalla consigliera regionale del Movimento 5 stelle, Barbara Stella, che prevede uno stanziamento di 130 mila euro in favore del Comune di Chieti per il recupero e la ristrutturazione dell’impianto sportivo di San Martino. "Parliamo di un impianto in una condizione critica da molti anni - spiega la consigliera - che è stato in passato anche oggetto di abbandono incontrollato di rifiuti e che si trova in un’area periferica della città”.

Negli anni, l'impianto abbandonato è stato nel mirino di vandali e ladri, che grazie all'abbandono hanno agito indisturbati per depredare e distruggere il poco che era rimasto. 

Durante la campagna elettorale della scorsa estate, l'attuale consigliere del Movimento 5 stelle, Luca Amicone, aveva fatto tappa anche all'impianto di San Martino, accusando la passata amministrazione di non aver intercettato le giuste risorse per riportarlo in vita.

"Ho vissuto per 40 anni a Chieti Scalo - continua la consigliera regionale Stella - e conosco bene i problemi di mancata manutenzione o, nei casi peggiori, di totale incuria delle strutture sportive di quartiere che, al contrario, dovrebbero essere un punto di riferimento per le attività sportivo-ricreative di una comunità. In un periodo difficile come questo, in cui a causa del Covid ogni attività sportiva al chiuso rappresenta un rischio, è importante recuperare gli impianti sportivi all’aperto per restituirli alla comunità cittadina”.

"Con questo stanziamento - conclude la pentastellata - il Comune di Chieti potrà rinnovare questa struttura e restituirla finalmente ai cittadini, rendendola il centro sportivo di riferimento dell’area e di fatto contrastando anche il degrado urbano, maggiormente presente proprio nelle aree periferiche della città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Abruzzo in zona arancione: cosa cambia da oggi

Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento