Economia

Pronti entro il 2017 i nuovi gradoni da 300mila euro al parco Villa delle Rose di Lanciano

Si realizzerà una gradinata a sette livelli con circa 2.400 sedute da 50 centimetri l'una, rivestite in pietra di Apricena, simile agli attuali cordoli di corso Trento e Trieste. I camminamenti saranno invece realizzati con porfido del Trentino

Il Parco Villa delle Rose di Lanciano cambia volto, con un investimento da 300mila euro per il primo lotto di lavori approvato dall'amministrazione Pupillo. Il progetto definitivo, che riguarda la demolizione e la ricostruzione dei gradoni della ex tribuna, è stato presentato questa mattina (mercoledì 7 dicembre) alla stampa. L'intervento verrà finanziato con un mutuo della Cassa depositi e prestiti per 285mila euro e per i restanti 15mila euro derivanti da opere di urbanizzazione. 

Il primo lotto dei lavori riguarda esclusivamente la vecchia gradinata risalente agli anni Trenta del secolo scorso: i sei livelli dei vecchi gradoni della tribuna saranno demoliti e successivamente ne verrano realizzati sette. La nuova gradinata sarà larga 10 metri e lunga circa 160 metri, accorciata di 30 metri rispetto alla precedente per consentire la realizzazione del futuro progetto di prolungamento di corso Trento e Trieste all'interno dell'area attualmente occupata dal campo Esposito.  

Non sarà più tecnicamente una tribuna, ma una gradinata a sette livelli con circa 2.400 sedute da 50 centimetri l'una, rivestite in pietra di Apricena,  simile agli attuali cordoli di corso Trento e Trieste. I camminamenti saranno invece realizzati con porfido del Trentino. La recinzione esistente che delimita l'anello dell'ex ippodromo dalla gradinata sarà eliminata e darà spazio al primo dei sette gradoni. 

A questo punto, si può indire la gara d'appalto, passaggio che spetta al settore Lavori pubblici, presumibilmente già nel mese di gennaio. L'obiettivo è quello di far partire i lavori nella tarda primavera del prossimo anno e terminarli entro il 2017. Il progetto è stato realizzato in house dai tecnici del settore Lavori Pubblici: ingegnere Stefano Rastelli, progettista; architetto Aldo Carosella, responsabile del procedimento; istruttore tecnico Lucio Gallucci, disegnatore; geometra Paolo Spoltore, responsabile della sicurezza; architetto Alessandro Sciarretta, architetto.

“Diamo seguito e concretezza al nostro progetto di città aperta, pulita, attenta alle esigenze dei cittadini, specie i più piccoli cui chiederemo di scegliere il nome del rinnovato parco pubblico attraverso un concorso di idee aperto alle scuole di Lanciano”, dichiara il sindaco Mario Pupillo.

“E' il primo passo verso la completa riqualificazione del parco Villa delle Rose - ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Pino Valente - che come annunciato nei mesi scorsi sarà interessato da un intervento complessivo di 1 milione e mezzo di euro fondi comunali, di cui 1 milione e 200mila sono fondi regionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronti entro il 2017 i nuovi gradoni da 300mila euro al parco Villa delle Rose di Lanciano

ChietiToday è in caricamento