rotate-mobile
Economia Atessa

"Un nuovo inizio per i lavoratori": Usb sugli appalti nello stabilimento Stellantis di Atessa

Si è svolto un incontro tra le organizzazioni sindacali e la Iscot Italia S.p.A., azienda che gestisce appalti all'interno dello stabilimento Stellantis

Venerdì 17 maggio, nella sede di Confindustria a Mozzagrogna, si è svolto un importante incontro sindacale, richiesto dall'Usb, tra le organizzazioni sindacali e la Iscot Italia S.p.A., azienda che gestisce appalti all'interno dello stabilimento Stellantis di Atessa.

Secondo quanto riportato in una nota dell'Usb Lavoro Privato Chieti/Pescara ed Rsa Usb Iscot, l'azienda ha gestito un appalto per quasi un anno, con proroghe mensili, finché nel novembre 2023 ha avviato una procedura di licenziamento collettivo per oltre 40 dipendenti, poi ritirata in seguito a un esame congiunto con le organizzazioni sindacali.

L'incontro ha avuto un inizio positivo con l'annuncio del nuovo affidamento dell'appalto MDR da parte di Stellantis per altri 3 anni, garantendo una certa stabilità ai lavoratori. Tuttavia, rimangono situazioni di precarietà, poiché è stata recentemente prolungata fino a dicembre l'utilizzazione degli ammortizzatori sociali di solidarietà per i 60 esuberi dovuti ai tagli operati negli ultimi anni da Stellantis sulle pulizie.

Sono state sollevate diverse questioni durante l'incontro, inclusa la sicurezza sul lavoro e la fornitura di attrezzature, come nuovi muletti e batterie. L'azienda ha garantito l'acquisto di 7 carrelli, nuove batterie e controlli più rigorosi, soprattutto per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale (Dpi).

Le organizzazioni sindacali hanno richiesto anche i dati sull'utilizzo della cassa integrazione per verificare che venga impiegata correttamente dall'azienda, che si è impegnata a fornirli presto. È stata sollecitata anche l'attenzione sulle condizioni di lavoro in relazione al clima all'interno degli stabilimenti, soprattutto durante l'estate, quando le alte temperature diventano insopportabili.

Un'altra buona notizia è stata la disponibilità delle altre organizzazioni sindacali al rinnovo della Rsu aziendale e del rls (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza), ruoli che hanno terminato il mandato da oltre un anno.

Resta ancora da risolvere il nodo della contrattazione di secondo livello, che verrà affrontato a metà luglio, possibilmente con la nuova Rsu eletta. Si è deciso di aggiornare l'incontro in quella data per fare il punto sui temi sollevati.

Nonostante le sfide, si auspica che questo rappresenti un nuovo inizio per i lavoratori che da anni affrontano una situazione economicamente difficile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un nuovo inizio per i lavoratori": Usb sugli appalti nello stabilimento Stellantis di Atessa

ChietiToday è in caricamento