Economia

OPS, la Fiom Cgil chiede di evitare la messa in liquidazione dei lavoratori

Il sindacato chiede alla giunta provinciale, chiamata a votare giovedì prossimo, di non mandare in mezzo a una strada 38 lavoratori privi di ammortizzatori sociali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Giovedì prossimo il consiglio provinciale sarà chiamato a votare la messa in liquidazione della società OPS.

Attraverso il voto dovrà cancellare la delibera approvata nel novembre scorso che recitava chiaramente la evidente volontà di ristrutturare e rilanciare l’OPS come dettato dalla legge Monti.

Oggi, invece, la giunta Di Giuseppantonio, fa un pericoloso passo indietro, mandando in mezzo ad una strada 38 lavoratori i quali non hanno ammortizzatori sociali.

Vogliono evitare il dissesto economico facendolo pagare ai lavoratori.

La Fiom Cgil, chiede alle forze democratiche presenti nel consiglio provinciale di evitare la messa in liquidazione dell’OPS.

i lavoratori dell’ops saranno presenti alla seduta del consiglio provinciale per denunciare all’opinione pubblica su quanto sta accadendo nella nostra provincia gia’ martoriata dalla crisi e dalla pesante perdita occupazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

OPS, la Fiom Cgil chiede di evitare la messa in liquidazione dei lavoratori

ChietiToday è in caricamento