Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Autoservizi Cerella: "Siamo arrivati al capolinea"

Autisti e addetti sciopereranno venerdì 10 giugno. I sindacati denunciano parco macchine inadeguato e fermate non a norma

Parco macchine inadeguato, fermate non a norma, controllo dell’evasione tariffaria inesistente, pulizia delle macchine sempre più superficiale, mancata consegna del vestiario estivo, mentre l’attribuzione dei turni è ancora confusa e irregolare e si continua a ritardare l’attivazione del premio di risultato previsto dal ccnl. Sono i problemi dei lavoratori di Autoservizi Cerella s.r.l. di Vasto. denucniati da Fit Cisl Uiltrasporti e Faisa Cisal che hanno proclamato uno sciopero di 4 ore per venerdì 10 giugno.

Secondo quanto riferito, la prima procedura di raffreddamento è iniziata da mesi, ma non si è ottenuto nessun risultato dal confronto con l’azienda. Nel frattempo i sindacati hanno chiesto al prefetto di Chieti la convocazione delle parti per la seconda fase, ma c’è stato un semplice passaggio di consegne alla direzione territoriale del lavoro.

“Di fronte alla totale indifferenza ed alla totale mancanza di volontà di risolvere i problemi da parte dell’azienda e del suo presidente, non possiamo più aspettarci un confronto bonario: i lavoratori hanno quotidianamente difficoltà a svolgere il loro lavoro e aspettiamo da troppo che queste difficoltà vengano superate” dichairano i segretari regionali Di Naccio, Murinni e Lizzi.

La prima azione di sciopero è dunque prevista per venerdì 10 giugno, quando il personale viaggiante Cerella si fermerà dalle 8.30 alle 12.30, mentre il personale di uffici e officina nelle ultime 4 ore del turno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autoservizi Cerella: "Siamo arrivati al capolinea"

ChietiToday è in caricamento