rotate-mobile
Economia Atessa

Atessa, la Boldrini non verrà alla Sevel: la presidente rifiuta l'invito di Marchionne

"Non si riprende a crescere con una gara al ribasso sui diritti e sul costo del lavoro" ha scritto la terza carica dello Stato che rifiuta l'invito in val di Sangro "per impegni istituzionali già presi"

La presidente della Camera Laura Boldrini rifiuta l'invito di Marchionne a visitare la Sevel di Atessa il prossimo martedì 9 luglio, quando lo stesso amministratore delegato della Fiat sarà in Val di Sangro per presentare i futuri programmi di investimento.

In una lettera inviata a Marchionne, la Boldrini ringrazia e  spiega che non sarà presente in Abruzzo per impegni istituzionali già presi e sottolinea allo stesso tempo la necessità di riprendere il dialogo tra le parti sociali. "Le vecchie ricette hanno fallito e ne servono di nuove - scrive la terza carica dello Stato - affinchè il nostro Paese possa tornare competitivo è necessario percorrere la via della ricerca, della cultura e dell'innovazione. Una via che non è in contraddizione con il dialogo sociale e con costruttive relazioni industriali: non sarà certo nella gara al ribasso sui diritti e sul costo del lavoro che potremo avviare la ripresa" .

L'invito a Laura Boldrini era stato inviato venerdì scorso dopo l'incontro a Montecitorio con la Fiom, che aveva manifestato a Roma.

La presa di posizione del presidente della Camera arriva il giorno dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo l'articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori nella parte relativa al diritto di rappresentanza solo per le sigle sindacali firmatarie di contratto. Una decisione che dà ragione alla Fiom e che a Marchionne non sarà sicuramente piaciuta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atessa, la Boldrini non verrà alla Sevel: la presidente rifiuta l'invito di Marchionne

ChietiToday è in caricamento