menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Lanciano si possono "rottamare" i tributi: non si pagano sanzioni e interessi

Possono usufruire di questa possibilità i contribuenti che abbiano ricevuto ingiunzioni di pagamento relative agli ultimi 16 anni, fino al 31 dicembre scorso

Dopo San Giovanni Teatino, anche a Lanciano è possibile "rottamare" i tributi. I contribuenti ai quali sono state notificate, fino al 31 dicembre 2016, le ingiunzioni di pagamento relative ai tributi Ici, Imu e Tarsu potranno beneficiare della definizione agevolata estinguendo il proprio debito senza pagare le sanzioni. Per le multe da codice della strada, inoltre, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste per legge. 

L'istanza per accedere al beneficio dovrà essere redatta utilizzando il modello disponibile sul sito del Comune di Lanciano e va presentata entro il 31 maggio 2017. Per queste tipologie di tributi è Soget spa il concessionario del Comune per la riscossione: sarà la Soget stessa a comunicare ai debitori, entro il 30 giugno 2017, la somma complessiva dovuta ai fini della definizione agevolata. I pagamenti potranno essere rateizzati a richiesta del contribuente con rate di importo non inferiore a 50 euro e con scadenza dell'ultima rata non oltre il 30 settembre 2018. 

Per quanto riguarda la rottamazione dei ruoli di competenza della ex Aipa Srl, ora Ica, quali Tosap (occupazione di suolo pubblico) e imposta sulla pubblicità, i contribuenti ai quali sono state notificate ingiunzioni di pagamento relative a questo tipo di tributi per gli anni compresi dal 2000 al 2016 potranno estinguere il debito senza pagare sanzioni e interessi di mora. L'istanza dovrà essere redatta utilizzando il modello disponibile sul sito del Comune e va presentata entro il 31 marzo 2017. L'Ica comunicherà ai debitori l'ammontare complessivo delle somme dovute entro il 31 maggio 2017. I pagamenti potranno essere rateizzati con scadenze luglio, settembre e novembre 2017 e aprile e settembre per l'anno 2018 con scadenza ultima rata non oltre il 30 settembre 2018. 

“Il 'rottama-cartelle' - commenta l'assessore al Bilancio Pino Valente - è un provvedimento importante perché permette ai contribuenti che vogliono mettersi in regola di poterlo fare eliminando la parte di sanzioni e interessi maturati sul dovuto, che spesso impediscono il pagamento del debito. E' un'iniziativa che prendiamo a favore dei contribuenti lancianesi, come amministratori cogliamo tutte le opportunità che la legge mette a disposizione per andare incontro alle esigenze dei cittadini”.

Per eventuali chiarimenti e ulteriori informazioni ci si può rivolgere agli Uffici Finanziari – Servizio Tributi in Vico 5 Larghetto Ricci, 2 nei pressi della Chiesa di San Biagio o telefonare al 0872707560-542-556, preferibilmente previo appuntamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento