Economia

Lanciano: i bollettini Tari arrivano in ritardo, nessuna sanzione per i cittadini che pagano dopo la scadenza

La prima rata doveva essere saldata entro il 31 maggio, ma in tanti non hanno ancora ricevuto l'avviso di pagamento, così il Comune rassicura

I bollettini della Tari arrivano in ritardo, ma il Comune rassicura: non ci sarà nessuna sanzione. La comunicazione arriva dall'assessore al Bilancio del Comune di Lanciano, Carlo Orecchioni. La prima rata, infatti, è scaduta il 31 maggio, ma dagli uffici comunali sono già stati inviati gli avvisi di pagamento per la riscossione sulla tassa dei rifiuti. 

Come specificato anche nell'avviso bonario pubblicato online nella sezione “Comunicazioni dell'ente”, i cittadini non incorreranno in nessuna sanzione e/o interessi per il pagamento che avverrà, ovviamente, dopo il 31 maggio.

Il pagamento potrà essere effettuato entro 15 giorni dal ricevimento dell'avviso, in quattro rate o in un'unica soluzione, come indicato nell'avviso bonario.

Per le utenze domestiche è possibile calcolare online l'ammontare del costo della Tari 2018 inserendo il numero dei componenti e i metri quadri dell'abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano: i bollettini Tari arrivano in ritardo, nessuna sanzione per i cittadini che pagano dopo la scadenza

ChietiToday è in caricamento