menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Lanciano la giunta si riduce l'indennità e stanzia fondi per strade e scuole

L'amministrazione ha presentato il bilancio di previsione 2017 approvato lo scorso 13 marzo. Previsti maggiori investimenti e una pressione fiscale lievemente inferiore rispetto al passato

Più investimenti, taglio del 25% delle indennità di sindaco e assessori, pressione fiscale invariata e blocco del turn-over del personale. Sono questi i punti cardine del Bilancio di Previsione 2017 approvato in Giunta lo scorso 13 marzo e presentato dal sindaco Mario Pupillo e dall'assessore al Bilancio Pino Valente.

In particolare, il Comune ha stanziato 1 milione e 960mila euro di risorse proprie. 700mila euro verranno destinati alla manutenzione stradale e altrettanti alle scuole. La pressione fiscale è rimasta invariata, con una leggera flessione rispetto all'anno passato: nel 2015 il prelievo pro capite era di 538 euro, nel 2016 siamo passati a 436 euro, nel 2017 sarà di 435 euro. In più, la giunta si è ridotta l'indennità del 25%, che consentiranno alle casse comunali di risparmiare 37mila euro. Confermati i servizi a domanda individuale come asili nido, impianti sportivi, trasporto scolastico e impianti sportivi, le cui spese vengono coperte per il 39% dagli utenti (1 milione e 38mila 900 euro) e per la parte ristante, 1 milione 629mila, dal Comune. 

Nel corso di quest'anno, inoltre, verranno avviati diversi lavori. 600mila euro saranno destinati al primo lotto per una scuola dell'infanzia nei pressi della elementare Rocco Carabba, altri 100mila per completare gli studi di vulnerabilità sismica. Inoltre verrà realizzato il nuovo centro comunale di Protezione Civile a Re di Coppe con 250mila euro. Infine, 310mila euro verranno utilizzato per la demolizione di palazzo Novecente, come prescritto da un'ordinanza del Consiglio di Stato.

"Abbiamo bloccato il turn-over del personale per il 2017 - spiega l'assessore Valente - le uniche eccezioni riguarderanno l'assunzione di una categoria protetta prevista per legge e l'arrivo di nuovo dirigente da destinare all'Urbanistica, un settore nevralgico del Comune".

“E' un bilancio di previsione che punta sugli investimenti e sulla pressione fiscale stabile. Abbiamo dovuto tenere conto di un taglio ulteriore del fondo compensativo Imu-Tasi - aggiunge Valente - che dal milione di euro dell'anno scorso è passato quest'anno a 770mila euro, dell'aumento per legge del fondo svalutazione crediti e dell'incremento del fondo per gli aumenti salariali del personale, anche questo previsto per legge, ma grazie a un proficuo lavoro di squadra con tutti gli assessorati siamo riusciti a contenere i tagli e a rilanciare i nostri progetti per la città". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento