rotate-mobile
Economia

La Panoramica, situazione ancora in fase di stallo per i lavoratori: continuano le tensioni

È quanto denunciano le sigle sindacali: "Per la società a nulla sono serviti i 400.000 euro stanziati dalla Regione e ripartiti da una determina del Comune di Chieti: le spettanze arrivino ai lavoratori e si risolva l’atavico problema delle percorrenze nel ripristino delle corse"

Ancora problemi per i lavoratori de La Panoramica: nella società che gestisce il trasporto pubblico locale a Chieti la tensione è alle stelle e oggi la situazione è ancora in fase di stallo. Lo denunciano le segreterie sindacali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal: "Per la società a nulla sono serviti i 400.000 euro stanziati dalla regione e ripartiti da una determina del comune di Chieti: le spettanze arrivino ai lavoratori e si risolva l’atavico problema delle percorrenze nel ripristino delle corse".

Questi gli ultimi passaggi riassunti dai sindacati di una vertenza infinita: “A giugno 2020 i lavoratori dell’azienda ricevono una lettera di disdetta del contratto aziendale: un insieme di accordi tra i quali vi erano riconosciute attività lavorative comunque effettuate dalla disdetta in poi; inoltre i conducenti di autoservizi e filovia si sono visti accrescere gli orari lavorativi per effetto della rimodulazione dei servizi causata dal taglio di risorse. Questi due aspetti – evidenziano le segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal - si sommarono all’atavico problema delle percorrenze che oltre ad erodere le spettanze economiche rispetto al lavoro realmente svolto mina anche la sostenibilità dei ritmi lavorativi. Di fatto arrivare in ritardo al capolinea significa abbattere le soste che risultano solo scritte sui turni”.

Soltanto dopo scioperi e manifestazioni in piazza si concretizzò con lo stanziamento di 400.000 euro da indirizzare al trasporto pubblico locale da parte della Regione Abruzzo al Comune di Chieti, ratificato da una delibera di indirizzo del Comune, definita “un’importante svolta che permette alla collettività teatina di sanare quelle problematiche emerse per le corse scolastiche nelle ore di punta causate dalla precedente diminuzione dei contributi chilometrici e riconosce le mancate spettanze per l’anno 2021 ai lavoratori”.

Oggi però la situazione è ancora in fase di stallo, “malgrado un incontro in Comune dove il sindaco e l’assessore Rispoli spiegarono alla società La Panoramica dinanzi alle delegazioni di Filt-Cgil, Fit-Cisil e Faisa-Cisal in maniera inequivocabile ciò che per le organizzazioni sindacali i lavoratori, la collettività teatina, e i sindaci di Teramo e L’Aquila oltre che altre aziende del settore  era già chiaro ed evidentemente ben scritto della delibera comunale” spiegano ancora auspicando “in una risoluzione immediata che possa ridare dignità a questo servizio pubblico, intesa anche come garanzia e fruibilità delle soste di un lavoro che ricordiamo essere riconosciuto usurante: agli atti vi è una richiesta di verifica percorrenze (inviata al Comune di Chieti il 30.12.2021) che se regolarizzate nella necessaria riprogrammazione di esercizio per le corse da reinserire per effetto della delibera chiuderebbe anche questa antica vertenza”.

Al momento per i sindacati non vi è alcun segnale distensivo da riportare ai lavoratori.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Panoramica, situazione ancora in fase di stallo per i lavoratori: continuano le tensioni

ChietiToday è in caricamento