menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Interramento della ferrovia: Rfi valuta il progetto dell'amministrazione Marinucci

L'amministratore delegato Gentile è stato a San Giovanni Teatino, accompagnato dal governatore D'Alfonso, a pochi giorni dal consiglio straordinario

Il governatore Luciano D'Alfonso è tornato ieri a San Giovanni Teatino con l'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, per incontrare il Sindaco Marinucci, amministratori, consiglieri comunali di maggioranza e minoranza e i presidenti delle associazioni "Paese Comune" e "No Ferrovia, Si Strada Verde", allo scopo di esaminare e valutare la proposta dell'interramento della ferrovia. L'incontro segue di pochi giorni il consiglio comunale straordinario a cui ha partecipato lo stesso D'Alfonso.

Il progetto di Rfi, così com'è,  è fortemente osteggiato dall'amministrazione Marinucci, perché di fatto provocherebbe una frattura nel tessuto urbano e sociale di Sambuceto. L'incontro si è tenuto nella sala giunta del Comune, dove l'assessore Ezio Chiacchiaretta e il suo predecessore all'Urbanistica Alessandro Feragalli hanno illustrato ai referenti di Rfi il plastico dell'interramento della ferrovia così come previsto dal Prg vigente. Ha spiegato Chiacchiaretta:

Il progetto è stato studiato attentamente e prevede il passaggio sotterraneo dei treni. Poco dopo la nuova stazione, che Rfi intende realizzare in collegamento con l'aeroporto d'Abruzzo, il tracciato interrato sarà per circa 700 metri per riaffiorare nei pressi della fonderia Di Nicola.

Precisa il sindaco: 

L'interramento consentirà il recupero di una lunga area verde attrezzata che segnerà il ricongiungimento di Sambuceto, dopo tanti anni. La soppressione del passaggio a livello di corso Italia sarebbe invece la pietra tombale sul progetto di nuovo e moderno centro cittadino sul quale la mia amministrazione lavora da anni, con la nuova piazza San Rocco e la chiesa progettata da Botta e nella fase conclusiva di realizzazione.

Gentile ha apprezzato il progetto dell'amministrazione comunale. Ha annunciato che la fattibilità ne sarà ora valutata da Rfi:

Il problema non è nelle risorse, ma su tre criticità sulle quali i tecnici dovranno lavorare: gli spazi alle imboccature del tracciato sotterraneo che necessitano di pendenze ben precise, la presenza e la profondità di eventuali falde acquifere e, soprattutto, come eventualmente dirottare il traffico ferroviario durante i lavori di interramento del tracciato.

Il sindaco Marinucci si è detto soddisfatto per l'incontro: 

L’esito di questo incontro rappresenta una vittoria storica per il nostro Comune: uno sforzo strategico da parte nostra che rappresenta l’esigenza di una comunità intera e che è stata sposata da Rfi su appello congiunto del governatore. Ora si verificherà come risolvere i tecnicismi, ma la soddisfazione per essere arrivati a questo incontro, uniti e addirittura con una proposta già concretizzata in un plastico, è grande: la maggioranza, insieme ai cittadini e ai consiglieri di opposizione si è fatta sentire in modo efficace e produttivo, indirizzando un’azione assolutamente positiva.

Al termine dell'incontro, il governatore D'Alfonso e l'Ad Gentile, accompagnati dal sindaco Marinucci, hanno effettuato un sopralluogo in corso Italia, nei pressi del passaggio a livello, e in piazza San Rocco.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento