Insieme per la costa dei trabocchi, bene il workshop

Parte dalla provincia di Chieti, con la costa dei trabocchi, un modello di rilancio delle politiche di sviluppo locale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nella provincia di Chieti si sta realizzando un piccolo miracolo perché insieme state costruendo la strategia territoriale per lo sviluppo locale con una spinta di programmazione dal basso che deve fare scuola”. Queste le parole dell'assessore alle Politiche Agricole della Regione Abruzzo Dino Pepe rivolte alla Camera di Commercio di Chieti, ai partner del costituendo GAL Costa dei Trabocchi, al GAL Maiella Verde e al FLAG Costa dei Trabocchi a conclusione del workshop “Insieme per la Costa dei Trabocchi” organizzato nella sede dell’Ente camerale a Chieti, in cui è stata ufficializzata l’intesa per il percorso comune di valorizzazione della provincia di Chieti che ha come primo e decisivo passo la presentazione il 9 settembre dei progetti per lo sviluppo rurale e la pesca per un finanziamento complessivo di 7 milioni di euro.

 

“L’incontro rappresenta il punto di svolta nelle politiche territoriali, afferma con soddisfazione Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, che ha promosso l’incontro nell’ambito delle azioni di promozione del costituendo GAL Costa dei Trabocchi di cui è capofila. “La partecipazione così numerosa di sindaci, imprese, associazioni di categoria, delle DMC, espressione degli operatori turistici, è il segno evidente di come sia vincente puntare, nel rispetto delle specificità territoriali e settoriali, alla valorizzazione della "Costa dei Trabocchi” non solo come brand ma perché riconosciuto prodotto di punta dell’Abruzzo per il mercato turistico internazionale”.

Tiziano Teti, presidente del GAL Maiella Verde, ha sottolineato “come la parola più bella dell’incontro sia –Insieme-, ed è la parola che porteremo a Cork il 5 e 6 settembre, in una conferenza organizzata dalla Commissione Europea, dove verranno analizzate le strategie migliori attuate a favore dello sviluppo rurale e lì rappresenteremo l’Italia con la nostra best practise “10 Sapori da salvare”.

Franco Ricci, presidente del FLAG Costa dei Trabocchi, soggetto attivato nel 2011 da Camera di Commercio e associazioni di categoria per rispondere ad un bando regionale per il settore della pesca, ha rimarcato l’impegno profuso e ancora da sviluppare per il comparto della piccola pesca con l’obiettivo di favorire nuova economia nel pescaturismo ed ittiturismo. “Lavoreremo nel promuovere la conoscenza del pescato tra i consumatori e tra gli operatori della ristorazione e proseguiremo nel progetto di ospitalità diffusa già attivato a San Vito Chietino come modello per altri comuni della costa”.

 

Anche gli operatori turistici impegnati nelle Destination Management Company operanti in provincia di Chieti hanno portato il loro contributo: Luciano De Nardellis, presidente della DMC Costiera dei Trabocchi ha indicato all’assessore Pepe un percorso comune delle tre organizzazioni turistiche;  Filippo De Sanctis presidente della DMC Terre del Sangro Aventino ha segnalato la necessità di valorizzare e supportare il percorso realizzato da ciascun soggetto nel suo ambito territoriale,  Claudio Ucci, direttore della DMC Terre del Piacere ha evidenziato che la Costa dei Trabocchi è patrimonio di tutta la regione Abruzzo e la sua valorizzazione e commercializzazione è un’opportunità per tutti gli operatori.  

 

L’Assessore Pepe in chiusura ha evidenziato il ruolo decisivo dei sindaci nella progettazione di sviluppo locale così come nel governo del territorio, come sta avvenendo ora per il terremoto. Proprio oggi, ha segnalato l’assessore, incontriamo con il presidente Luciano d’Alfonso (per questo motivo assente all’incontro odierno) Vasco Errani, Commissario per la ricostruzione, per coordinare con i sindaci le varie attività.

 

 

Torna su
ChietiToday è in caricamento