Economia

Botta e risposta tra precari e Asl: siamo stati dimenticati

Nursing Up: "La Asl stabilizza 160 dipendenti, ma dimentica i precari storici. E' a loro che Zavattaro deve rispondere"

Dopo l’allarme lanciato dal Sindacato Nursing Up, a difesa dei precari della Asl, il manager Francesco Zavattaro ha risposto di aver stabilizzato a tempo indeterminato 160 dipendenti, rispettando le promesse.

Per il Sindacato però, la Asl ha dimenticato di stabilizzare quei dipendenti che hanno lavorato anche 20 anni per l'azienda e che ora si vedono sorpassati. Nursing Up in un comunicato  “ribadisce e sottolinea l’essere favorevole comunque a questa stabilizzazione, così come alla mobilità che significa il rientro di professionalità preziose per la sanità locale. Però non può dimenticare – e si sorprende del silenzio di altri sindacati – il problema annoso dei precari sul quale Zavattaro non risponde. L’operazione, infatti, ha completamente escluso i precari storici ”.

“Chiediamo con forza – si legge nella nota -di conoscere quale sarà il futuro di questi professionisti della salute prima sfruttati e poi messi da parte. Ai precari deve rispondere il manager, non a noi”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botta e risposta tra precari e Asl: siamo stati dimenticati

ChietiToday è in caricamento