Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Segnali di ripresa per l'economia abruzzese nel 2014, ma Chieti in negativo

L'indagine del Cresa sui dati delle Camera di Commercio: in Abruzzo sono nate 9.093 nuove imprese in un anno, la provincia di Chieti peòr ne ha perse 162

Segnali di ripresa per l'economia abruzzese secondo le elaborazioni che il Cresa ha effettuato sulla base dei dati Infocamere, il Sistema informativo delle Camere di Commercio. Tra gennaio e dicembre 2014 i Registri delle Camere di commercio hanno rilevato in Abruzzo la nascita di 9.093 imprese e la cessazione di 8.788, con un saldo positivo a fine anno pari a 305.

La brutta notizia è che a Chieti e provincia questo saldo è stato negativo, con -162 imprese in un anno. Idema  L'aquila (-190), mentre a Teramo e a Pescara si confermano i  risultati positivi con un saldo rispettivamente di +259 e + 398.

Per il Direttore del Cresa, Francesco Prosperocco: "La crisi sembra alleggerirsi considerando che il tasso di crescita è tornato su valori positivi dopo il 2013, unico anno in cui si era manifestata una preoccupante inversione di tendenza con risultati negativi. Nonostante ciò si rilevano i risultati preoccupanti dell'agricoltura, attività manifatturiere e costruzioni che registrano saldi sensibilmente negativi. L'artigianato continua a mostrare segnali di grossa sofferenza con più di un migliaio di imprese perse nel corso dell'anno". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnali di ripresa per l'economia abruzzese nel 2014, ma Chieti in negativo

ChietiToday è in caricamento