rotate-mobile
Economia Fossacesia

Lupi incontra la Provincia: il ministro promette aiuti per le infrastrutture

Il Presidente Di Giuseppantonio e i Sindaci della costa incontrano il Ministro Maurizio Lupi: a breve riunione a Roma

Emergenza strade provinciali, Fondovalle Sangro, Ferrovie, Statale Trignina, Via Verde. Queste le priorità illustrate al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi dal presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio e dai sindaci della costa nel corso dell’ incontro che si è tenuto ieri a Fossacesia.

Gli amministratori hanno rappresentato le priorità infrastrutturali del territorio provinciale a partire dalla rete viaria. Si è illustrato il progetto della Via Verde, la pista ciclopedonale che attraverserà ben 40 km di costa lungo l’ex tracciato ferroviario, chiedendo di intervenire sulle Ferrovie dello Stato affinché concordino un prezzo inferiore per la cessione delle aree dismesse, comprensive tra l’altro degli edifici sedi delle vecchie stazioni.

 “Abbiamo indicato al Ministro quelli che reputiamo oggi i problemi più importanti che affliggono la viabilità statale – commenta il presidente Di Giuseppantonio – tra cui il mancato completamento della Fondo Valle Sangro, tra Quadri e Sant’Angelo del Pesco, che il nostro territorio e le nostre imprese attendono da troppo tempo. E’ incredibile che non si riescano a completare i lavori relativi ad una tratta di soli 3,8 chilometri. Questa carenza sta pregiudicando l’insediamento di nuove attività produttive e il mantenimento di quelle esistenti nella Val di Sangro, ovvero sono a rischio economia e occupazione, in un’area industriale che ricordo è la più importante del centro e sud Italia. Anche la FIAT, insediata nella nostra area industriale, ci ha chiesto di accelerarne il completamento.”

Sottoposta al ministro Lupi anche la questione dello scalo merci presso le Ferrovie di Vasto-San Salvo e di Ortona e il potenziamento dei treni nella Stazione di Vasto-San Salvo, assieme alla sistemazione della Fondovalle Trignina. “Le nostre strade provinciali sono al collasso – dice ancora Di Giuseppantonio - tra frane, dissestamenti del manto stradale, buche, insomma una rete viaria ridotta a un colabrodo che attende provvedimenti urgenti. Gli abbiamo chiesto di considerare l’emergenza viabilità della nostra provincia un problema nazionale, spiegando che parliamo della provincia più importante della regione Abruzzo, con uno sviluppo industriale importante ed un turismo, dati alla mano, in via di crescita. Ma la Provincia, purtroppo, non è in grado di provvedere alla manutenzione di questi 2000 km di strada malridotta per impossibilità oggettive, dettate dallo stato di predissesto finanziario e dalla mancanza di risorse economiche dovuta ai copiosi tagli nei trasferimenti statali e regionali”.

Il Ministro Maurizio Lupi ha promesso di convocare a breve una riunione a Roma presso la sede del Ministero dell’Infrastrutture per affrontare i temi anticipati alla presenza dei Dirigenti delle Ferrovie dello Stato ed Anas spa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupi incontra la Provincia: il ministro promette aiuti per le infrastrutture

ChietiToday è in caricamento