rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Economia Vasto

La rotatoria nella zona industriale di Vasto è il primo cantiere aperto in Italia da una Zes [FOTO]

Marsilio all'inaugurazione nella Zona economica speciale d'Abruzzo. Sopralluogo all’area del prossimo cantiere relativo alla banchina del porto

Taglio del nastro oggi a Vasto per il primo cantiere aperto in Italia da una Zes (Zona economica speciale): la rotatoria al servizio della zona industriale di Vasto.
L’importo complessivo dell’intervento è di 1 milione e 200 mila euro. A tagliare il nastro sono stati il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il commissario straordinario del governo Zes Abruzzo Mauro Miccio, l’assessore comunale con delega alla Zes Anna Bosco ed il consigliere regionale Sabrina Bocchino. Alla benedizione presieduta da don Gianni Sciorra erano presenti tra gli altri l’assessore comunale Carlo Della Penna, il consigliere comunale Francesco Prospero, rappresentanti di carabinieri, guardia di finanza e guardia costiera. 

Sono diverse le opere strategiche che, grazie ai fondi del Pnrr, sono state avviate e che vedono come soggetti attuatori oltre alla ZES anche la Regione Abruzzo, le Ferrovie dello Stato e il Comune di Vasto. Nel dettaglio, si tratta del consolidamento del versante di Punta Penna, (costo 1milione 500mila euro), per il porto di Vasto del potenziamento e della riqualificazione infrastrutturale della diga foranea e dei moli, opera di competenza della Regione Abruzzo per 12 milioni di euro, di interventi di potenziamento infrastrutturale ed escavazione del porto di Vasto, sempre di competenza della Regione Abruzzo (con stazione appaltante l’Arapn) per 1milione 870mila euro.
La Zes, al porto di Vasto, oltre alla rotatoria realizzerà anche la banchina dove sarà poggiata la tratta ferroviaria a servizio del trasporto merci su rotaia (7 milioni e 650 mila euro).

“Un ringraziamento al commissario di governo, Mauro Miccio, è doveroso – ha esordito Marsilio – perché si stanno realizzando opere importanti ed anche per i fondi aggiuntivi che, grazie all’efficienza e alle capacità dimostrate, stanno consentendo all’Abruzzo di affrontare nodi importanti: dall’interporto di Manoppello all’ultimo miglio ferroviario e stradale di Ortona e di Vasto. La logistica integrata è l’arma vincente per creare il terreno fertile all’insediamento delle imprese. È sempre mancato questo all’Abruzzo perché le imprese spesso si sono trovate a lavorare in un terreno minato fatto di collegamenti inefficienti, di difficoltà di approdo. Insomma,si tratta di tutta una serie di ostacoli da superare che, però, una volta rimossi, ci darà la possibilità di fornire servizi fondamentali a vantaggio dell’intera regione”.

“Questa è un’opera necessaria- ha dichiarato il sindaco Francesco Menna - che garantisce sicurezza agli automobilisti e consente di agevolare il traffico collegando diverse strade. L’augurio è che a breve si realizzeranno altre opere programmate negli ultimi anni e già finanziate come il piano regolatore del porto”. 

Dopo l’inaugurazione c’è stato il sopralluogo nell’area del porto, guidato dal comandante Stefano Varone, per controllare le aree dove saranno presto realizzati i lavori per l’ampliamento della banchina di Levante. 

Concluso a Vasto il primo cantiere Zes

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rotatoria nella zona industriale di Vasto è il primo cantiere aperto in Italia da una Zes [FOTO]

ChietiToday è in caricamento