menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Abruzzo i patentati con meno di 20 anni sono lo 0,9% del totale

Ricerca del Centro Studi Continental: la provincia abruzzese in cui vi è la maggiore percentuale di patentati con meno di 20 anni è Chieti (1,1%)

In Abruzzo i patentati che hanno meno di 20 anni sono lo 0,9% sul totale di quanti hanno una patente. I patentati che hanno tra 20 e 39 anni, invece, sono il 30,8% del totale; quelli tra 40 e 59 anni sono il 40,9% del totale, mentre quelli che hanno 60 anni o più sono il 27,4% del totale. La provincia abruzzese in cui vi è la maggiore percentuale di patentati con meno di 20 anni è Chieti (1,1%), seguita da L’Aquila, Teramo e Pescara (0,9%). Invece la provincia abruzzese in cui vi è la maggiore percentuale di patentati di 60 anni o più è L’Aquila (31,7%), seguita da Chieti (26,7%), Pescara (25,6%) e Teramo (25,4%). I dati provengono da una elaborazione del Centro Studi Continental su dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nel nostro Paese i patentati che hanno meno di 20 anni sono l’1% sul totale di quanti hanno una patente. I patentati che hanno tra 20 e 39 anni sono il 30,2% del totale; quelli tra 40 e 59 anni sono il 42% del totale, mentre quelli che hanno 60 o più sono il 26,8% del totale.

I dati regionali sulla suddivisione percentuale dei patentati per fasce d’età evidenziano che in generale nelle regioni del sud Italia la percentuale di patentati con meno di 20 anni è maggiore rispetto alla media nazionale (unica eccezione è la Sardegna). Nelle regioni del nord Italia, invece, la percentuale di patentati con meno di 20 anni è generalmente minore rispetto alla media nazionale, seppur con le eccezioni di Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta.

I motivi della maggior percentuale di patentati con meno di 20 anni riscontrata nelle regioni meridionali sono diversi. Ad incidere su questo dato è sicuramente la carenza dei trasporti pubblici, che non rappresentano un’alternativa praticabile all’uso di mezzi privati motorizzati. Per questo chi vuole spostarsi (per lavoro, per studio, ecc.) nelle regioni del sud Italia utilizza mezzi propri motorizzati più spesso rispetto alla media nazionale e quindi ha bisogno di avere la patente. Vi è inoltre da tenere presente che nelle regioni meridionali vi è una popolazione mediamente più giovane rispetto al resto d’Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento