rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia

Imprese: crediti in picchiata del 6,3% in provincia di Chieti, l'allarme di Confartigianato

In Abruzzo i finanziamenti alle imprese con meno di 20 addetti sono scesi tendenzialmente dell'8,2% in pochi mesi. Confartigianato chiede alla regione di fare in fretta

Crollo verticale in Abruzzo e in provincia di Chieti dei crediti concessi alle imprese con meno di 20 addetti nel lasso di tempo che va da giugno 2012 a febbraio 2013. E’ quanto dice un’indagine del Centro studi di Confartigianato che ha elaborato una serie di dati forniti da Banca d’Italia.

In Abruzzo, in confronto a febbraio 2012, i finanziamenti alle imprese con meno di 20 addetti sono scesi tendenzialmente dell’8,2%. Un risultato che piazza la nostra regione tra le peggiori posizioni d’Italia, in termini di flessione del credito, insieme a Calabria e Molise.

Ma preoccupa di più, dati alla mano, la dinamica del credito erogato alle imprese di Chieti e provincia tra giugno 2012 e febbraio 2013. In questo frangente temporale il flusso del credito alle piccole imprese è passato da un incoraggiante +2,3% riscontrato a giugno 2012 ad un -6,3% toccato a febbraio 2013. In appena otto mesi, in pratica, le concessioni di credito alle imprese sono scese in picchiata. Un problema serio anche perché ben il 25,9% dei finanziamenti regionali erogati è andato a beneficio di imprese con meno di 20 addetti che rappresentano la vera spina dorsale dell’economia abruzzese.

Da qui l’appello accorato di Confartigianato che chiede maggiori supporti economici per i consorzi di credito delle associazioni di categoria. “I consorzi fidi fungono da vero e proprio ammortizzatore sociale tra le richieste stringenti delle banche e le sacrosante aspettative delle imprese che, dai consorzi, ricevono importanti coperture economiche a garanzia del finanziamento stipulato- spiega Daniele Giangiulli, direttore Confartigianato -  chiediamo alla Regione di pubblicare in fretta il secondo bando di circa 24 milioni di euro di fondi Fas da destinare alla patrimonializzazione dei consorzi fidi e invitiamo le banche locali, che si sono sempre mostrate attente alle esigenze delle nostre imprese, a continuare a sostenere le nostre attività, con pacchetti studiati su misura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: crediti in picchiata del 6,3% in provincia di Chieti, l'allarme di Confartigianato

ChietiToday è in caricamento