Economia

I revisori dei conti danno parere favorevole sul rendiconto 2012

Melideo: "Questo corona gli sforzi che l’Amministrazione del Sindaco Di Primio sta compiendo al fine di risanare e recuperare decenni di una gestione finanziaria dell’Ente poco attenta"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

L’Assessore al Bilancio, Roberto Melideo ed il Presidente della Iª Commissione Consiliare “Bilancio, Programmazione economica, Tributi, Servizi in concessione e Servizi pubblici locali”, Consigliere Comunale Mario De Lio, a seguito del parere positivo rilasciato dal Collegio dei Revisori dei Conti del Comune sul Rendiconto di Gestione 2012, hanno rilasciato la seguente dichiarazione congiunta.

«In data odierna, il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune ha espresso il proprio parere favorevole sul “Rendiconto di Gestione 2012” attestando la corrispondenza del Rendiconto alle risultanze della gestione.

Tale determinazione corona gli sforzi che l’Amministrazione del Sindaco Di Primio sta compiendo al fine di risanare e recuperare decenni di una gestione finanziaria dell’Ente poco attenta, sviluppatasi in un contesto storico completamente diverso rispetto all’attuale.

I Revisori dei Conti raccomandano di proseguire sulla linea di rigore della spesa, della pulitura dei residui e dell’ulteriore potenziamento delle riscossioni.

Viene, inoltre, ricordato di aderire alle ultime novità normative per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione portate dal D.L. 35/2013, compito che l’Amministrazione ha per tempo avviato chiedendo ad ogni settore la ricognizione dei debiti pregressi ed attivando la piattaforma elettronica.

Entro il 30 aprile 2013 sarà comunicato al Ministero l’esatto ammontare dei debiti attraverso la procedura del decreto cosiddetto “salva debiti”.

Il parere favorevole dell’Organo di Revisione sancisce positivamente un anno di attività caratterizzato da un cammino virtuoso seppur aspro a causa dei momenti straordinari che la pubblica amministrazione e l'economia nel suo complesso stanno vivendo.

Rispetto al 2011 i trasferimenti erariali si sono dimezzati passando da € 12.767.704,81 ad € 6.773.814,14 ( nel 2010, ammontavano a € 14.030.463,88).


Nonostante ciò, nel 2012 sono stati assicurati tutti i servizi necessari con una

particolare attenzione rivolta al Sociale e alle Scuole.


I rilevanti investimenti strutturali effettuati sul territorio ammontano ad € 37.525.286,45. La spesa corrente definitiva al 31 dicembre, depurata degli interventi specifici finanziati con fondi all'uopo concessi e che, pertanto, non incidono sulle casse comunali, si è ridotta di circa € 600.000,00 grazie al contenimento del costo delle manifestazioni, delle utenze e degli organi politici.


La politica tributaria perseguita ha cercato, per quanto possibile, di non appesantire i concittadini mantenendo invariate le aliquote IMU sulla prima casa e prevedendo diverse opzioni a vantaggio delle situazioni più delicate anche se parte di tale imposta è stata riscossa per conto dello Stato centrale.


La TARSU è stata ridotta del 5% e sono state introdotte possibilità di rateizzazioni per andare incontro alle esigenze dei concittadini.


Da rimarcare, come rilevato nel documento consuntivo, il rispetto del Patto di Stabilità 2012 che garantisce ulteriormente la buona gestione praticata assieme al pieno rispetto di 7 parametri gestionali su 10 a fronte di 6 su 10 fissati per il 2010.

Sono stati rispettati anche i limiti di spesa per il personale previsti dalla "Spending Review", così come, sempre applicando la Spending Review, abbiamo anticipatamente estinto mutui per € 1.579.928,56.


Ciò determinerà un abbassamento dell'indebitamento complessivo ed una minore spesa relativa al pagamento delle rate di circa € 209.000 che verranno utilizzati per la gestione nel corso del 2013.


La stessa "Spending Review" ci obbliga ad accantonare l'avanzo 2012 pari ad € 604.686,40 nel fondo svalutazione crediti come ulteriore adempimento che, nel passato, non era previsto nelle percentuali odierne, limitando ulteriormente la spesa per il 2013.

Infine, ma non certo per importanza del dato, è da sottolineare la pulitura dei residui a vantaggio dell'obiettività e veridicità del Bilancio. Nel triennio 2010/2012, infatti, sono stati eliminati residui attivi per € 69.678.257,46 e residui passivi per € 64.388.274,97.

Pertanto l'Amministrazione del Sindaco Di Primo ha effettuato un'attività straordinaria di esame ed eliminazione dei residui per un totale di ben € 134.066.532,43 a tutto beneficio del bilancio comunale.»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I revisori dei conti danno parere favorevole sul rendiconto 2012

ChietiToday è in caricamento